HomeComunicatiLegge Bilancio. La lotta paga: part-time ciclici verso il riconoscimento dei contributi...

Legge Bilancio. La lotta paga: part-time ciclici verso il riconoscimento dei contributi pieni

“Dopo anni di battaglie, fatte di vertenze legali messe in campo dalla Flai Cgil nazionale, insieme alle strutture territoriali, siamo ad un passo dal riconoscimento di un diritto fondamentale per le tante lavoratrici e lavoratori dell’industria alimentare”. Lo scrive la Flai nazionale in una nota, commentando quanto contenuto nella Legge di Bilancio, che dopo il via libera del Cdm, approda oggi in Parlamento.

“Abbiamo lavorato con determinazione, insieme alla Cgil, affinché tutti i lavoratori con contratto part-time verticale ciclico avessero il riconoscimento contributivo per i periodi di fermo, e quindi, la possibilità di andare in pensione nei giusti tempi. L’ampio contenzioso messo in campo e le conseguenti cause vinte contro l’Inps, rappresentano il lavoro, che a partire dagli alti numeri delle grandi aziende dell’alimentari, si è profuso sulle realtà di tutto il territorio con uno sforzo e una determinazione costanti delle nostre strutture che ha portato, finalmente, la politica a intervenire, dopo che anche la Corte Suprema riconosceva la discriminazione subita da questi lavoratori”.

“Il testo della Legge di Bilancio 2021 – prosegue la nota – approvato dal Consiglio dei Ministri prevede, infatti, il riconoscimento dell’anzianità contributiva per tutti quei lavoratori in part time ciclico verticale, che si vedranno riconoscere i contributi per le 52 settimane. La norma è retroattiva, pertanto, una volta approvata tutti gli interessati potranno chiederne l’applicazione. Aspettiamo l’approvazione definitiva ma sicuramente possiamo dire che la lotta ha pagato e finalmente vediamo riconosciuti diritti e tutele per tante lavoratrici e lavoratori”.

 

Articoli correlati

Tina Balì, Flai Cgil: “Mancano i fondi per la difesa del suolo, la manovra non risponde alle esigenze del paese”

Il consumo del suolo continua ad aumentare, nel 2021 la media è stata di 19 ettari persi al giorno, il valore più alto degli ultimi 10 anni, secondo i dati dell'Ispra. Tina Balì, segretaria...

Flai Cgil all’assemblea nazionale dei Campi della legalità di Libera

All’Assemblea nazionale dei campi di impegno e formazione sui beni confiscati alla criminalità organizzata ‘E!State Liberi!’, all’Auditorium San Domenico di Roma, Jean-René Bilongo, capo dipartimento legalità Flai Nazionale e presidente dell’Osservatorio Placido Rizzotto, interviene...

Agricoltura. Fiatti: bene PAC Italia, insieme a condizionalità sociale deve creare buona occupazione

“Una buona notizia per il settore agricolo il via libera della Commissione europea al Piano Strategico Nazionale dell'Italia sulla Politica agricola comune (Pac), con un sostegno di oltre 35 miliardi di euro, tra contributi...

MEMORIA 2 Dicembre 1968. I fatti di Avola: la polizia spara sui braccianti

Sono all’undicesimo giorno di sciopero i braccianti siracusani e l’intervento armato della polizia altro non è che il tentativo delle forze agrarie di spezzare il movimento rivendicativo, di dare una lezione a tutti i...

6 e 7 dicembre a Roma seminario finale del progetto Di.Agr.A.M.M.I. di Legalità al centro-nord

In 30 mesi di attività di contrasto al caporalato e allo sfruttamento dei lavoratori migranti in agricoltura, ha aiutato oltre 20mila persone Si terrà il 6 e 7 dicembre 2022 nel Centro Congressi Roma Eventi...