Archivio Storico

L’archivio della FLAI è intitolato a Donatella Turtura, prima Segretaria generale donna della Federbraccianti ed anche la prima donna ad entrare nella segreteria confederale della Cgil nazionale. 

Fu proprio sotto la guida di Donatella Turtura che la Federbraccianti decise di dedicare attenzione e risorse all’organizzazione ed alla salvaguardia della memoria storica del sindacato bracciantile. 

L’esistenza di questo notevole complesso documentario si deve principalmente a Turtura ed alla sua consapevolezza che un’organizzazione sindacale dovesse avere il dovere di rendere accessibile e consultabile la documentazione. Aprire alla ricerca e portare a conoscenza degli studiosi i contenuti delle carte ha significato, negli anni, prendere atto del grande patrimonio di esperienze collettive ed individuali conservate in archivio. 

Prima di Turtura, però, fu Giuseppe Caleffi, segretario generale della Federbraccianti dal 1960 al 1973, a prendere la decisione nel 1964 di recuperare il primo nucleo di documentazione dell’archivio storico della Federbraccianti che era stato spostato da Bologna a Roma, seguendo il trasferimento della sede nazionale della categoria. 

Cosa che avverrà successivamente anche per Filziat nel 1990, quando a seguito dell’accorpamento con Federbraccianti i documenti degli alimentaristi si aggiungono a quelli dei braccianti. 

Il 20 aprile 1994 l’archivio è stato riconosciuto dalla Soprintendenza archivistica per il Lazio “archivio di notevole interesse storico”, ai sensi dell’art. 36 del Dpr 30 settembre 1963, n. 1409.

Come tale è posto sotto la tutela dello Stato per quanto riguarda la sua conservazione, il suo ordinamento e la sua salvaguardia, pur rimanendo di proprietà della FLAI.

Gli archivi si formano per necessità, ma si conservano per scelta. La memoria del nostro passato è un elemento imprescindibile tanto più lo è per un’organizzazione come il sindacato, per il quale la conservazione della documentazione diventa non solo una testimonianza della sua esistenza ma anche una riscoperta della propria storia, che inevitabilmente può concorrere a progettare nuove vicende collettive. 

L’archivio storico della FLAI ne rispecchia la storia e conserva:

  • il fondo Federterra 1901-1921
  • il fondo Confederterra 1947-1959
  • il fondo Ferderbraccianti (che conserva anche carte relative alla Federmezzadri) 1948-1987
  • il fondo Filziat (che contiene anche documentazione relativa alla FILIA ed alla FILIA Unitaria ma anche al sindacato delle Tabacchine) 1948-1987
  • il fondo Flai dal 1988 

Inoltre, l’archivio conserva un consistente fondo fotografico ma anche materiale audiovisivo, manifesti e altro materiale iconografico. 

Di notevole importanza è la raccolta dei contratti di lavoro, articolata secondo il livello nazionale, provinciale e di settore. 

Infine, la raccolta di volumi e periodici conservati nella biblioteca FLAI, in fase di riorganizzazione, che sono stati ereditati principalmente dalla Federbraccianti e solo in parte sono stati catalogati. 

A breve sarà possibile consultare online l’inventario ed il catalogo. 

Responsabile

Valeria Cappucci

Segreteria tecnica

Silvia Palma

Tel: +3906585611