Fai-Cisl, Flai-Cgil e Uila-Uil sono stati ricevuti oggi presso il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari, Forestali e del Turismo, dalla neo Ministra Teresa Bellanova per un primo confronto sulle priorità del lavoro agroalimentare e ambientale. I sindacati di categoria hanno posto alla Ministra alcune urgenze riguardanti in particolare la sicurezza sul lavoro, chiedendo interventi specifici che possano migliorare gli standard di formazione e prevenzione tra i lavoratori, anche alla luce dei recenti infortuni mortali avvenuti nel comparto agroalimentare e zootecnico. Al centro dell’incontro, anche il tema del caporalato, su cui sono stati ribaditi come prioritari gli aspetti preventivi della Legge 199, da applicare in tutte le sue declinazioni territoriali.

È stata affrontata anche l’urgenza di riavviare un tavolo di trattativa per il rinnovo dei contratti nazionali degli operai idraulico-forestali e degli allevatori, scaduti da molti anni. Sono stati affrontate le necessità dei lavoratori della pesca, con particolare riferimento alla riforma degli ammortizzatori sociali, all’applicazione del testo unico su salute e sicurezza e alla necessità di una minore burocrazia. Fai, Flai e Uila esprimono soddisfazione e auspicano di aver avviato oggi un percorso di confronto costante e proficuo, che possa contribuire alla valorizzazione del lavoro agroalimentare e a dare maggiori tutele alle lavoratrici e ai lavoratori.