“Siamo preoccupati e delusi, sembra di essere tornati indietro al 6 agosto: si ricomincia con Pernigotti che presenta un’altra azienda, Optima, con un altro accordo, con l’ipotesi di un altro Piano Industriale del quale oggi abbiamo sentito solo le parole di riduzione del personale e flessibilità”. Così Sara Palazzoli, Segretaria nazionale Flai Cgil, commenta l’incontro odierno.
“Ad agosto abbiamo lasciato dei preliminari di vendita con i quali si salvaguardava completamente l’occupazione, oggi la situazione sembra addirittura peggiorata con l’aggravante che sono passati altri mesi preziosi per capire il futuro della Pernigotti e dei suoi lavoratori. Aspettiamo nella Prossima riunione al Mise un vero Piano Industriale che non sia fatto sulla pelle dei lavoratori”.