“La legge 199 contro caporalato e sfruttamento non si tocca, semmai ripetiamo va applicata in tutte le sue parti, agendo su trasporto e collocamento”.
Lo dichiara Ivana Galli, Segretaria Generale Flai Cgil.
“È una legge contro chi vuole delinquere e sfruttare, contro chi vuole lucrare sulle braccia della gente, sull’ultimo anello della catena. Questa legge non ci è stata regalata ma è il frutto di anni di lotte e mobilitazione dei lavoratori, se qualcuno vuole toccarla non rimarremo fermi e in silenzio. Questa legge è stata scritta anche con il sacrificio di Paola Clemente, bracciante morta di fatica per pochi euro. Anche in suo nome chiediamo di far vivere la legge 199 e sconfiggere sfruttamento e caporalato”.