Caporalato. Galli, la legge 199 non si tocca

“La legge 199 contro caporalato e sfruttamento non si tocca, semmai ripetiamo va applicata in tutte le sue parti, agendo su trasporto e collocamento”.
Lo dichiara Ivana Galli, Segretaria Generale Flai Cgil.
“È una legge contro chi vuole delinquere e sfruttare, contro chi vuole lucrare sulle braccia della gente, sull’ultimo anello della catena. Questa legge non ci è stata regalata ma è il frutto di anni di lotte e mobilitazione dei lavoratori, se qualcuno vuole toccarla non rimarremo fermi e in silenzio. Questa legge è stata scritta anche con il sacrificio di Paola Clemente, bracciante morta di fatica per pochi euro. Anche in suo nome chiediamo di far vivere la legge 199 e sconfiggere sfruttamento e caporalato”.

Articoli correlati

La questione migratoria, il Pci e le sinistre nell’Italia del Novecento

Bilongo: “L’assenza odierna di una spinta progressista è sostituita da ideologie reazionarie che producono ostracismo e respingimenti” Nella storia delle Storie del mondo i migranti...

Fai, Flai e Uila Pesca incontrano il ministro Lollobrigida

Fai, Flai e Uila Pesca, insieme alle associazioni di categoria, hanno incontrato oggi presso il Masaf, il ministro Francesco Lollobrigida. Al centro dell’incontro le...

Ccnl industria alimentare, nuovo confronto a fine febbraio

Si è svolta a Roma la riunione plenaria, durata tre giorni, per il rinnovo del Ccnl dell’industria alimentare, scaduto a novembre 2023, che riguarda oltre 400mila...