Caldo eccessivo, Flai Cgil: “Un decreto urgente per la sicurezza dei lavoratori, anche quelli a tempo determinato”

“In queste ultime settimane stiamo assistendo a fenomeni climatici sempre più estremi, che mettono a rischio la salute di molte lavoratrici e lavoratori, e la nostra categoria è particolarmente colpita”, dichiarano Silvia Spera e Davide Fiatti della segreteria nazionale della Flai Cgil. “Le temperature elevate sono una minaccia per la salute e la sicurezza di  chi lavora all’aperto, come  avviene in agricoltura, nella manutenzione del verde, nella forestazione, e anche per tutti quelli che sono impegnati in ambienti chiusi senza ventilazione adeguata”. “Riteniamo necessario che i datori di lavoro si adoperino per affrontare questa situazione – sottolinenando Spera e Fiatti – fornendo adeguati dispositivi di protezione individuale ai lavoratori, organizzando orari e turni di riposo, sospendendo l’attività nelle ore più calde della giornata. Basta stringere accordi aziendali/territoriali, coinvolgendo le autorità competenti per mettere in campo  provvedimenti a tutela della salute, con l’obiettivo di ridurre l’impatto dello stress termico ambientale sulla salute e, quindi, i rischi a cui sono esposti i lavoratori,  evitando così conseguenze che possono essere anche gravi”. Per la Flai Cgil “ancora una volta si evidenzia la mancanza di un ammortizzatore sociale strutturale per i lavoratori agricoli a tempo determinato, che intervenga nel caso in cui si verifichino queste ‘calamità naturali’, fenomeni estremi sempre più frequenti, che minacciano la salute dei lavoratori e lo svolgimento regolare dell’attività. Chiediamo che si intervenga con un decreto urgente per stabilire una soglia di temperatura al di là della quale non si debba lavorare, e negoziare nei siti produttivi modifiche temporanee di orari di  lavoro e strumenti adeguati, anche in deroga, per affrontare la situazione”.

Articoli correlati

La questione migratoria, il Pci e le sinistre nell’Italia del Novecento

Bilongo: “L’assenza odierna di una spinta progressista è sostituita da ideologie reazionarie che producono ostracismo e respingimenti” Nella storia delle Storie del mondo i migranti...

Fai, Flai e Uila Pesca incontrano il ministro Lollobrigida

Fai, Flai e Uila Pesca, insieme alle associazioni di categoria, hanno incontrato oggi presso il Masaf, il ministro Francesco Lollobrigida. Al centro dell’incontro le...

Ccnl industria alimentare, nuovo confronto a fine febbraio

Si è svolta a Roma la riunione plenaria, durata tre giorni, per il rinnovo del Ccnl dell’industria alimentare, scaduto a novembre 2023, che riguarda oltre 400mila...