Caldo eccessivo, Flai Cgil: “Un decreto urgente per la sicurezza dei lavoratori, anche quelli a tempo determinato”

“In queste ultime settimane stiamo assistendo a fenomeni climatici sempre più estremi, che mettono a rischio la salute di molte lavoratrici e lavoratori, e la nostra categoria è particolarmente colpita”, dichiarano Silvia Spera e Davide Fiatti della segreteria nazionale della Flai Cgil. “Le temperature elevate sono una minaccia per la salute e la sicurezza di  chi lavora all’aperto, come  avviene in agricoltura, nella manutenzione del verde, nella forestazione, e anche per tutti quelli che sono impegnati in ambienti chiusi senza ventilazione adeguata”. “Riteniamo necessario che i datori di lavoro si adoperino per affrontare questa situazione – sottolinenando Spera e Fiatti – fornendo adeguati dispositivi di protezione individuale ai lavoratori, organizzando orari e turni di riposo, sospendendo l’attività nelle ore più calde della giornata. Basta stringere accordi aziendali/territoriali, coinvolgendo le autorità competenti per mettere in campo  provvedimenti a tutela della salute, con l’obiettivo di ridurre l’impatto dello stress termico ambientale sulla salute e, quindi, i rischi a cui sono esposti i lavoratori,  evitando così conseguenze che possono essere anche gravi”. Per la Flai Cgil “ancora una volta si evidenzia la mancanza di un ammortizzatore sociale strutturale per i lavoratori agricoli a tempo determinato, che intervenga nel caso in cui si verifichino queste ‘calamità naturali’, fenomeni estremi sempre più frequenti, che minacciano la salute dei lavoratori e lo svolgimento regolare dell’attività. Chiediamo che si intervenga con un decreto urgente per stabilire una soglia di temperatura al di là della quale non si debba lavorare, e negoziare nei siti produttivi modifiche temporanee di orari di  lavoro e strumenti adeguati, anche in deroga, per affrontare la situazione”.

Articoli correlati

Forestali, Fai, Flai e Uila illustrano ipotesi di piattaforma per rinnovo Ccnl

E’ stata presentata oggi, al centro congressi Cavour di Roma, l’ipotesi di piattaforma per il rinnovo del Ccnl 2025-2028 degli operai idraulico forestali. Le segreterie...

Flai, Metes, regioni Calabria e Sicilia insieme per salvare le feluche. “Dovrebbero diventare patrimonio dell’Unesco”

Protocollo d’intesa per valorizzare questa tipologia di pesca unica al mondo, le sue antiche origini che arrivano ai giorni nostri, il valore sociale e...

Rinnovo Ccnl Ortofrutta e agrumarie, Guaraldi: «Un risultato importante per tutelare i lavoratori e combattere la precarietà»

«L’accordo per il rinnovo del contratto collettivo nazionale Ortofrutta e agrumarie, che abbiamo siglato nella tarda serata di ieri a Cesena, rappresenta per noi...