HomeComunicatiAppalti. Flai Cgil: legalità, trasparenza e rispetto dei contratti

Appalti. Flai Cgil: legalità, trasparenza e rispetto dei contratti

Domani, presso la Camera del Lavoro di Modena si terrà l’iniziativa “La forza dell’agire comune tra appalti e legalità” organizzata da Flai, Filcams e Filt nazionali.

“L’obiettivo – spiega Marco Bermani, Segretario nazionale Flai Cgil – è quello di avviare un percorso per rendere più agevole il lavoro comune delle diverse categorie nell’ambito delle filiere dei siti produttivi, con particolare riguardo agli appalti, attraverso la costruzione di un protocollo di buone pratiche tra le categorie ad uso dei delegati, delle strutture ed in sinergia con la Confederazione. L’esperienza locale nella filiera delle carni, con l’ennesimo caso di appalto a cooperative dove le condizioni di lavoro erano indecenti, ha portato la Flai a cercare nuove vie, in sinergia con altre categorie, per dare certezza alla risoluzione dei bisogni dei lavoratori. Un primo importante passo è far sì che le attività di ogni lavoratore siano riconosciute nel contratto di riferimento e vi sia legalità nella gestione dell’appalto. Negli appalti chiediamo più trasparenza nel sistema, stop alla terziarizzazione, agli appalti al massimo ribasso ed affidamenti diretti solo a soggetti seri che riconoscano il lavoro dipendente e applichino condizioni di lavoro dignitose. Con il percorso avviato vogliamo costruire un fronte comune tra le tre categorie fatto di diritti, regole per la dignità del lavoratore e del lavoro, chiudendo così la porta alle imprese che pensano che, saltando da un contratto all’altro, si possano recuperare margini economici, a grave danno dei lavoratori”.

“Il percorso, che inizieremo domani, – conclude Bermani – ci porterà in autunno a presentare il “Protocollo di buone pratiche” e non ci fermeremo finché non vedremo eliminati tutti gli alibi per giustificare i trattamenti, al limite della riduzione in schiavitù, cui sono sottoposti in alcuni casi i lavoratori degli appalti. Flai, Filcams e Filt sono pronte a confrontarsi in ogni sede con le associazioni datoriali per chiedere il rispetto delle leggi e della Costituzione”.

Articoli correlati

Pernigotti, nuovo incontro al Mise. Fai, Flai e Uila: disponibili ad esaminare un nuovo piano industriale con tempistiche e risorse certe

Si è svolta questa mattina, in video conferenza, una nuova riunione convocata presso il ministero dello sviluppo economico, sulla vertenza Pernigotti alla quale hanno partecipato oltre ai rappresentanti nazionali e territoriali di Fai, Flai...

Pernigotti. Incontro congiunto al Ministero del lavoro

  Si è svolto questa mattina, in video conferenza, l’esame congiunto, presso il ministero del Lavoro, sulla vertenza Pernigotti al quale hanno partecipato, alla presenza anche del Mise, i rappresentanti nazionali e territoriali di Fai,...

Pesca. Ennesimo incidente mortale conferma la pericolosità del settore. Urgente applicare al comparto norme di sicurezza previste da Testo Unico 81

"La pesca rimane una delle professioni più pericolose al mondo e l'incidente di lunedì scorso, dove un pescatore ha perso la vita nel rovesciamento della vongolara su cui era imbarcato, conferma questo triste primato...

Vertenza BuCastelli – Alival. Fai, Flai, Uila: sciopero riuscito, dai lavoratori un segnale forte

“Sciopero riuscito oggi nei vari siti del gruppo BuCastelli – Alival a fronte della annunciata chiusura degli stabilimenti di Ponte Buggianese, Reggio Calabria e degli esuberi a Santa Rita. Forte il segnale arrivato dai...

Nel Gran Ghetto di Foggia tragedia annunciata, necessario agire su alloggi e trasporti

“Ancora, l’ennesima una tragedia annunciata, ancora una morte che poteva essere evitata se fossero messe in atto misure di accoglienza adeguate e se i lavoratori stranieri fossero in condizione di ricevere paghe adeguate”. Così...