Agecontrol. Comunicato Flai Cgil

Apprendiamo, grazie all’interrogazione parlamentare presentata al Governo dall’On. Federico Fornaro (LeU) in Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati, che AGEA ha erogato oggi il contributo ad Agecontrol per la chiusura dell’anno finanziario 2018.

Pur in presenza di tale atto, non possiamo che esprimere la nostra preoccupazione in merito all’imminente futuro dei lavoratori di Agecontrol in quanto non avendo alcuna certezza sulle risorse per il 2019 il rischio di blocco degli stipendi, delle attività di controllo relative alle importazioni e alle esportazioni dei prodotti ortofrutticoli e l’interruzione dei controlli di primo e secondo livello, di quelli ex post, del Fep e del Feamp sono soltanto rimandate di qualche settimana.

Riteniamo, anche a seguito della risposta scritta presentata a seguito dell’interrogazione, dove si evince la necessità da parte dell’ufficio legislativo del MIPAAFT di approfondire questioni interpretative del decreto legislativo n. 74/2018 che ci sia la necessità che il Ministro Centinaio chiarisca quali siano le intenzioni del Governo in merito alla riorganizzazione di AGEA e per il riordino del sistema dei controlli nel settore agroalimentare rispondendo in tempi brevi alla richiesta d’incontro presentata il 30 ottobre dalle Organizzazioni sindacali.

Articoli correlati

Agricoltura, alla vigilia del voto europeo si ‘semplifica’ la Pac con i datoriali senza consultare i sindacati

Coinu, Flai Cgil: “Gravissime le responsabilità del Commissario Wojciechowski rispetto al tentativo di affossamento del Green Deal” In queste ore Janusz Wojciechowski, Commissario Europeo all’Agricoltura,...

“Radici del passato, sguardi al futuro”, lunedì 8 aprile a Roma l’iniziativa per i vent’anni di Metes

Dal significato odierno della formazione sindacale a quello dell’insegnamento dell’italiano ai lavoratori migranti. Dal valore della ricerca per uno sviluppo sostenibile a quello dello...

Caporalato nelle vigne delle Langhe, Flai Cgil: “Da nord a sud, vitivinicolo sempre più spesso protagonista di cronache di sfruttamento. Situazione intollerabile, intervenire subito”

Guaraldi: “Inaccettabile che prodotti fiore all’occhiello delle produzioni agroalimentari del nostro paese siano macchiati del sangue dei lavoratori e delle lavoratrici” “Il caporalato e lo...