HomePrimo Piano“Scioperiamo perché le lavoratrici e i lavoratori del settore primario sono stati...

“Scioperiamo perché le lavoratrici e i lavoratori del settore primario sono stati sbeffeggiati dal governo”

“I salari in agricoltura sono fra i più bassi in Italia. E l’Italia è all’ultimo posto in Europa”, un record nel record cui il segretario generale della Flai Cgil, Giovanni Mininni, farebbe volentieri a meno. Intervenendo all’iniziativa della Fisac Cgil ‘Salari amari: disuguaglianze, retribuzioni, contrattazione’, Mininni osserva come “le lavoratrici e i lavoratori dell’agricoltura siano impiegati in un settore faticoso e complesso. E anche durante la pandemia hanno garantito il cibo che arrivava sulle nostre tavole. I pochi soldi promessi dal governo non possono certo rispondere alle loro esigenze, si tradurrebbero in un aumento salariale di meno di cento euro l’anno. Sono stati sbeffeggiati, ecco perché giovedì sciopereremo e saremo tutte e tutti in piazza perché chi lavora merita rispetto e dignità”.

Articoli correlati

Aumenti materie prime, Mininni: “Non è per la guerra, è speculazione”

Nel suo intervento al seminario “La filiera agroalimentare. Analisi e prospettive” a Roma all’hotel D’Azeglio, il segretario generale della Flai Cgil, Giovanni Mininni, osserva subito come i dati dell’Istituto di servizi per il mercato...

Presentazione Rapporto Altro Diritto/Flai Cgil – Roma, 19 maggio

Giovedì 19 maggio, ore 10.00, presso l’Università di Roma Tre - Dipartimento di Giurisprudenza, Sala del Consiglio in Via Ostiense 161, si terrà la presentazione del IV Rapporto - Laboratorio “Altro Diritto”/FLAI- CGIL. Dopo più di 5 anni dalla...

Filiera agroalimentare. Analisi e prospettive – Roma, 18 maggio

Seminario nazionale, il 18 maggio a Roma, ore 10.30, presso Hotel Massimo d’Azeglio Via Cavour, 18. I lavori daranno spazio anche a una Tavola Rotonda cui parteciperanno ISMEA, i Presidenti di C.N.A., Confartigianato e i Segretari Generali...

Primo Maggio, la Flai Cgil a Portella della Ginestra

L'emozione del Primo Maggio a Portella della Ginestra si rinnova ogni anno con la stessa intensità e questa volta, con la ricorrenza dei 75 anni dalla strage che costò la vita a 12 persone,...

Seminare legalità, a Palermo in memoria dei sindacalisti morti per mafia

“Perché è stato assassinato Pio La Torre? Per l’impegno di tutta la sua vita”, così Dino Paternostro, responsabile legalità Cgil Palermo, introducendo l’iniziativa presso l’Istituto Gramsci, organizzata insieme alla Flai Cgil per ricordare i...