Allo scopo di fornire informazioni sulla regolarizzazione la Flai Cgil ha istituito il Numero Verde 800 171 100 attivo da oggi 1 giugno.

 

“Abbiamo predisposto un desk multilingue (italiano, inglese, francese, punjabi, arabo, russo) in modo da consentire a chi ci contatterà, soprattutto le lavoratrici e i lavoratori migranti interessati all’emersione, di poter avere informazioni nel proprio idioma. Le operatrici daranno informazioni rispetto ai canali di regolarizzazione e indirizzeranno i lavoratori e le lavoratrici migranti verso le nostre strutture sul territorio per la presa in carico e l’assistenza necessaria”.

Lo dichiara in una nota Giovanni Mininni, segretario generale Fla Cgil.

“Appena esplosa l’emergenza sanitaria la Flai Cgil si è mobilitata per ottenere questo provvedimento che rappresenta un ulteriore passo importante verso la legalità, una norma di civiltà volta a restituire dignità a tante lavoratrici e tanti lavoratori irregolari. Da oggi tutte le nostre strutture sono impegnate in questa nuova sfida: far emergere la più ampia platea possibile di migranti irregolarmente occupati nel settore agricolo ed attività connesse ed evitare che cadano nelle mani di faccendieri e caporali che sperano di poter lucrare anche su questo provvedimento.

Nelle nostre strutture saranno assistiti gratuitamente perché per noi l’obiettivo è quello di spalancare questa finestra che si è aperta. Agevoleremo il percorso verso la legalità e vigileremo, continuando a chiedere controlli, per evitare manipolazioni ai danni dei lavoratori”.