Si apriranno il prossimo 10 settembre a Roma le trattative per il rinnovo del Contratto nazionale di lavoro dell’industria alimentare, in scadenza il 30 novembre, che interessa circa 400.000 lavoratrici e lavoratori.

Ne danno notizia i segretari generali Onofrio Rota (Fai-Cisl), Giovanni Mininni (Flai-Cgil) e Stefano Mantegazza (Uila-Uil) che precisano “Con Federalimentare stiamo già fissando un calendario di successivi incontri tecnici volti ad approfondire le diverse aree tematiche e proposte della piattaforma presentata, al fine di dare un impulso dinamico al confronto negoziale”.

“Con questo rinnovo” aggiungono Rota, Mininni e Mantegazza “vogliamo incrementare le tutele, migliorare le condizioni di vita e di lavoro e redistribuire adeguatamente la ricchezza che si sta generando nel comparto alimentare. Porteremo avanti le nostre proposte con convinzione, confortati del consenso dei lavoratori che rappresentiamo e augurandoci un rapido negoziato che consenta di rinnovare il contratto entro la data naturale di scadenza”.