HomePrimo PianoIncendio Borgo Mezzanone. Mininni, una tragedia annunciata che si poteva evitare

Incendio Borgo Mezzanone. Mininni, una tragedia annunciata che si poteva evitare

Agire in maniera strutturata su accoglienza, collocamento e trasporti

 “Ancora un morto questa notte per un incendio tra le baracche di Borgo Mezzanone; ancora la morte annunciata di un lavoratore straniero, del Gambia, impegnato nel lavoro nei campi. Si seguita ad assistere ad uno stillicidio inaccettabile, causato da una mancata politica di accoglienza sulla quale da anni chiediamo interventi strutturati, dalla Puglia alla Calabria, alla Sicilia.Si continua a morire nei ghetti sempre con le stesse dinamiche, che denunciamo da anni, rimanendo in molti casi inascoltati”. Lo dichiara Giovanni Mininni, Segretario Generale Flai Cgil nazionale.“A Borgo Mezzanone stiamo apprezzando l’azione della Procura di contrasto all’illegalità; ma riscontriamo un mancato coordinamento dalla parte della Prefettura, alla quale erano stati affidati i poteri del Commissario straordinario di governo, Prefetto Rolli, per affrontare le questioni dell’accoglienza al fine di trovare situazioni alloggiative dignitose per i tanti lavoratori impiegati in agricoltura. Anche i moduli abitativi messi a disposizione della Regione Puglia vanno posizionati dove servono, vicino ai luoghi dove le persone vanno a lavorare. Per fare questo serve una azione di coordinamento che si interfacci con collocamento pubblico, trasporti e rispetto dei contratti, coordinamento che la Sezione territoriale della Rete del lavoro agricolo può svolgere, ed aveva cominciato a farlo nei primi mesi di sperimentazione. Tutto questo percorso – conclude Mininni – si è inspiegabilmente bloccato e ciò denuncia un irresponsabile abbandono dello Stato, in senso lato, nel voler applicare una legge dello Stato, la 199/2016, e garantire la legalità del lavoro in questo Paese”.

Articoli correlati

VI Rapporto agromafie e caporalato Osservatorio Placido Rizzotto, 29 novembre presentazione

L’economia sommersa e le infiltrazioni criminali; la filiera agroalimentare tra sfruttamento, caporalato ed ecoreati; le norme di contrasto allo sfruttamento e criticità nelle filiere agro-alimentari; la Rete del Lavoro agricolo di Qualità nel contrasto...

InFlai – Numero 2, novembre 2022

Il secondo numero di In Flai esce a pochi giorni dalla presentazione del Rapporto su Agromafie e Caporalato, in programma a Roma il prossimo 29 novembre. Si tratta del sesto studio realizzato dall'Osservatorio Placido Rizzotto...

Voucher in agricoltura. Mininni, scelta sbagliata si attaccano i diritti dei lavoratori più fragili e non si ritiene utile ascoltare il sindacato

“Il Governo ha annunciato che con la prossima manovra di bilancio intende “introdurre” l’utilizzo dei voucher in agricoltura. Ci teniamo innanzitutto a precisare che i cosiddetti voucher sono già previsti per i lavoratori agricoli...

Flai Cgil, sei tonnellate di generi alimentari al Vaticano contro vecchie e nuove povertà

Un gesto di concreta solidarietà, quello della Flai Cgil che ha consegnato alla Pontificia Elemosineria Apostolica, alla presenza del cardinale Konrad Krajewski, elemosiniere di Papa Francesco, nove bancali di generi alimentari (legumi, pasta, passate...

Mininni: “Solo Stati Uniti e Israele insistono sul bloqueo. La Flai continuerà ad aiutare Cuba con azioni concrete”

“L’assemblea generale delle Nazioni Unite ha condannato a larga maggioranza e per la trentesima volta, il pesantissimo embargo imposto a Cuba dagli Usa - osserva il segretario generale della Flai Cgil, Giovanni Mininni -...