In piazza per non dimenticare e rimettere al centro il lavoro

In piazza per non dimenticare l’assalto fascista che lo scorso 8 ottobre ha devastato la sede della Cgil di corso d’Italia. E per ricordare a tutti che il lavoro – con i suoi valori e i suoi diritti – deve essere al centro di qualsiasi progetto di società si voglia costruire. Mentre sale il numero delle vittime della repressione del regime degli Ayatollah, quella della Cgil sarà anche la piazza delle donne che lottano per i diritti di tutte e tutti.

Articoli correlati

Referendum sul lavoro, il 19 giugno raccolta firme straordinaria della Flai

La raccolta delle firme per la campagna referendaria della Cgil è una priorità per la Flai, un impegno che prosegue ininterrottamente e che è...

Orrore a Latina, bracciante con arto staccato viene abbandonato in mezzo alla strada 

Il lavoratore agricolo di nazionalità indiana gravemente ferito non è stato soccorso. Era impegnato nella lavorazione del fieno. Flai Cgil: “Questa la barbarie che...

Contro la secessione dei ricchi, per la Costituzione

Una controriforma che spacca il Paese, aumentando disuguaglianze e divari territoriali. Senza minimamente affrontare la crisi sociale che stiamo attraversando. È l'Autonomia differenziata su...