Flai, adesione allo sciopero oltre il 70%

Il governo sbaglia i numeri. Piazze piene, altissima adesione allo sciopero  generale di Cgil e Uil contro una manovra economica che penalizza e umilia il lavoro. I dati raccontano di una importante astensione dal lavoro in quasi tutte le regioni, e imponenti manifestazioni nelle città. Fotografie di un paese che non si arrende al declino e che reagisce chiedendo di vedere rispettato il lavoro in tutte le sue espressioni. Cartoline che ritraggono giovanissimi e sempre verdi combattivi meno giovani fianco a fianco, nel segno di una solidarietà intergenerazionale che è la sola a poter assicurare il futuro. Qualche dato significativo dalle fabbriche dell’agroindustria: Gescar Rieti 70%, Csi compagnia surgelati italiana spa Frosinone-Latina 92%, Moncaro Ancona 60%, Fattoria Varramista spa Pisa 85%, Cooperativa agriambiente Mugello  90%, Sammontana Empoli 100%, Salumifici Granterre Firenze 85%, Aboca Stabilikmento San Sepolcro 75%, Acqua Panna Firenze 90%, Molini Popolari Riuniti Perugia 80%, Cantine Riunite Reggio Emilia 90%, Newlat 100%, Cantralel Latte D’Italia 100%, Progeo 85%, Caseifici granterre 80%, F.lli Veroni fu Angelo 80%. La mobilitazione prosegue con gli scioperi e le manifestazioni della Sicilia il 20 novembre, delle regioni del nord il 24, della Sardegna il 27 e delle regioni del sud il 1 dicembre. E adesso basta anche con la guerra, gli arcobaleni della pace insieme al rosso della Cgil e al blu della Uil a denunciare la follia delle armi e il silenzio delle diplomazie, con migliaia e migliaia di morti innocenti. 

Articoli correlati

Due container di aiuti in partenza per Gaza, la solidarietà concreta di Flai e Cgil

Materiale sanitario, vestiario, alimenti, oltre trenta tonnellate di generi di prima necessità partiranno verso la Striscia nei prossimi giorni Più di trenta tonnellate di generi...

In Flai il sindacato di strada è anche street art

Jorit consegna alla categoria i ritratti di Argentina Altobelli e Giuseppe Di Vittorio, due personaggi chiave nella storia dell'organizzazione. La conferenza stampa diventa l'occasione...

Serve la pace e serve subito

La Flai Cgil condanna l’escalation in atto in Medio Oriente. Non possiamo stare a guardare il continuo ricorso alle armi che feriscono, uccidono e...