…e Roma diventa capitale della pace

Siamo in tante e tanti in piazza, perché non ci rassegniamo alla guerra, chiediamo il cessate il fuoco e una conferenza internazionale di pace. Non è il momento di stare a guardare. La costruzione della pace è l’unica via per dare un futuro all’umanità e cancellare guerre, diseguaglianze, ingiustizie. Roma color arcobaleno è bellissima, come sono belle tutte le città italiane, e non solo, che hanno aderito alla giornata di mobilitazione di Europe for Peace. Basta lutti, basta devastazioni, basta sofferenze, fermiamo il riarmo. Tutto quello che chiediamo è di dare una possibilità alla pace, come cantava e canterà per sempre John Lennon.

Articoli correlati

Contro la secessione dei ricchi, per la Costituzione

Una controriforma che spacca il Paese, aumentando disuguaglianze e divari territoriali. Senza minimamente affrontare la crisi sociale che stiamo attraversando. È l'Autonomia differenziata su...

Mininni: “Con le destre non tira un buon vento per l’Europa. E la pace è un valore sempre più lontano”

L'intervista al segretario generale della Flai su 'Il diario del lavoro' È da Caserta, dove si è da poco conclusa la VI edizione del premio...

Sfruttamento lavorativo, l’inchiesta di Flai e L’Altro diritto: aumentano i casi e diminuisce il gap Nord-Sud

Presentato oggi a Ragusa il V Rapporto del Laboratorio che monitora l’applicazione della legge 199/2016 “anticaporalato” Aumentano esponenzialmente le inchieste per sfruttamento lavorativo aperte dalle...