Donna, vita, libertà. Per Mahsa

Donna, vita, libertà. Un anno fa veniva assassinata in carcere Mahsa Amini, dopo essere stata arrestata dalla polizia religiosa iraniana perché il suo velo lasciava intravedere i capelli. Oggi è stato suo padre ad essere fermato, dopo che gli era stato vietato di commemorare la figlia. In Iran continua la repressione ma anche la coraggiosa resistenza di donne e uomini al regime di Teheran. Mahsa vive nella lotta per la libertà e l’uguaglianza, siamo stati in piazza per ricordarla e per protestare contro un regime che continua ad arrestare e a militarizzare le città del paese. Ci temono, noi  siamo passati da una fase di resistenza ad una di resilienza. Sosteniamo la rivoluzione non violenta portata avanti dalle donne iraniane.

Articoli correlati

Premio Jerry Masslo 2024, il programma delle tre giornate

La Flai Cgil nazionale presenta il programma definitivo della nuova edizione del Premio Jerry Masslo 2024, che si svolgerà il 29, 30 e 31...

“Le destre avanzano riducendo gli spazi democratici”

L’intervento sui fascismi al comitato esecutivo dello Iuf, a Losanna, del responsabile politiche internazionali della Flai Cgil, Andrea Coinu Non riteniamo ci sia un rischio...

Sindacato di strada anche per i quattro referendum

Assemblee in ogni posto di lavoro lungo la penisola, perché il lavoro è un bene comune Ciao ciao jobs act, precarietà, licenziamenti facili, appalti che...