Decreto Sostegni. Fai, Flai, e Uila incontrano il ministro Patuanelli

I segretari generali di Fai-Cisl, Flai-Cgil e Uila-Uil, Rota, Mininni e Mantegazza, insieme alle segreterie nazionali, hanno incontrato in video-conferenza il ministro per le politiche agricole Stefano Patuanelli per presentare e discutere i temi al centro della mobilitazione lanciata dai sindacati eper chiedere a governo e Parlamento di modificare il decreto Sostegni, che contiene gravi discriminazioni nei confronti dei lavoratori agricoli, insieme ad altre richieste come il riconoscimento di una cassa integrazione stabile per i pescatori e l’introduzione della “clausola di condizionalità sociale” nella Politica agricola comune (PAC). 

“Siamo molto soddisfatti” affermano Rota, Mininni e Mantegazza “innanzitutto perché abbiamo trovato nel ministro un interlocutore attento e sensibile alle nostre istanze e al grido di rabbia e dolore che viene dai lavoratori agricoli che hanno perso tante giornate di lavoro a causa dell’emergenza Covid e si sentono oggi dimenticati e non più essenziali come sono stati considerati in precedenza. Inoltre, abbiamo evidenziato come, da maggio dello scorso anno in poi, si sia realizzata una politica di sostegno fortemente sbilanciata, visto che le risorse messe in campo per l’agricoltura sono andate in gran parte a favore delle imprese agricole e non dei lavoratori. Infatti, il ministro si è impegnato ad affrontare questi squilibri” 

Dopo il presidio di mercoledì scorso a Roma, che è stato seguito da migliaia di persone su Facebook e al quale sono intervenuti diversi senatori e deputati” aggiungono Rota, Mininni e Mantegazza “e dopo gli incontri con le commissioni bilancio e lavoro del Senato, il confronto con il ministro Patuanelli ha rafforzato la nostra convinzione di essere nel giusto quando chiediamo, in particolare, il riconoscimento per l’anno 2020 delle stesse giornate di lavoro del 2019 e l’introduzione del bonus per i lavoratori stagionali agricoli insieme alla sua compatibilità con il reddito di emergenza. Nel corso dell’incontro”, concludono i segretari, “è poi emersa l’esigenza comune di proseguire il dialogo sui molti temi affrontati anche con la partecipazione del ministro del lavoro Andrea Orlando”. 

Nella prossima settimana è previsto un incontro con la commissione finanze del senato, mentre sabato 10 aprile i lavoratori agricoli manifesteranno in tutte le piazze d’Italia, sotto le Prefetture, a sostegno della piattaforma rivendicativa di Fai, Flai e Uila. 

Articoli correlati

Orrore a Latina, bracciante con arto staccato viene abbandonato in mezzo alla strada 

Il lavoratore agricolo di nazionalità indiana gravemente ferito non è stato soccorso. Era impegnato nella lavorazione del fieno. Flai Cgil: “Questa la barbarie che...

Contro la secessione dei ricchi, per la Costituzione

Una controriforma che spacca il Paese, aumentando disuguaglianze e divari territoriali. Senza minimamente affrontare la crisi sociale che stiamo attraversando. È l'Autonomia differenziata su...

Mininni: “Con le destre non tira un buon vento per l’Europa. E la pace è un valore sempre più lontano”

L'intervista al segretario generale della Flai su 'Il diario del lavoro' È da Caserta, dove si è da poco conclusa la VI edizione del premio...