HomePrimo PianoCoronavirus. Mininni, soddisfazione per adesioni raccolte su appello migranti ma serve un...

Coronavirus. Mininni, soddisfazione per adesioni raccolte su appello migranti ma serve un intervento

“La lettera-appello del 25 marzo, indirizzata al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ed ai Ministri dell’Agricoltura, del Lavoro, dell’Interno, della Salute e del Sud sta continuando a raccogliere numerose adesioni. Spiccano le firme di Don Luigi Ciotti, Mimmo Lucano, Luigi Manconi, Roberto Saviano, OXFAM, MEDU, Terrelibere, ACLI Terra”. Lo dichiara Giovanni Mininni, segretario generale della FLAI CGIL nazionale, primo firmatario insieme a Fabio Ciconte, Direttore di Terra Onlus, della missiva per tutelare i migranti che lavorano nei campi.
“In queste ore – prosegue Mininni – stiamo continuando a ricevere il sostegno di tantissime realtà che esprimono la nostra stessa preoccupazione per le condizioni di migliaia di lavoratori stranieri impiegati in agricoltura. Con la lettera abbiamo chiesto un intervento immediato e concreto per tutelare la salute dei migranti costretti negli insediamenti rurali informali e nei ghetti. È una questione di sicurezza, oltre che di civiltà, perché i ghetti possono diventare dei focolai a causa delle pessime condizioni sanitarie in cui sono costretti a vivere. Ribadisco che non si deve lasciare indietro nessuno, men che mai gli ultimi, già sfruttati eppure così indispensabili dato che assicurano il rifornimento di frutta e di verdura a tutto il paese. Con la lettera-appello, divulgata sul quotidiano Avvenire il 27 marzo e sul Fatto Quotidiano il 1 aprile, abbiamo voluto inoltre mettere in luce la necessità di rafforzare le misure di contrasto al fenomeno del caporalato e dello sfruttamento in agricoltura. Assume, di nuovo, carattere di urgenza una regolarizzazione per far emergere chi è costretto a vivere e lavorare in condizioni di irregolarità, come misura di giustizia e di salvaguardia dell’interesse nazionale. E la misura non può essere un ampliamento dell’utilizzo dei voucher, che avrebbe come risultato un’inaccettabile deregolamentazione del mercato del lavoro”.
“Flai Cgil e Terra Onlus – conclude Mininni – attraverso l’ampia partecipazione che sta raccogliendo la lettera-appello intendono esercitare una ulteriore pressione affinché si trovino i mezzi e le risorse per far fronte a questa emergenza sanitaria e di civiltà”

Articoli correlati

VI Rapporto agromafie e caporalato Osservatorio Placido Rizzotto, 29 novembre presentazione

L’economia sommersa e le infiltrazioni criminali; la filiera agroalimentare tra sfruttamento, caporalato ed ecoreati; le norme di contrasto allo sfruttamento e criticità nelle filiere agro-alimentari; la Rete del Lavoro agricolo di Qualità nel contrasto...

InFlai – Numero 2, novembre 2022

Il secondo numero di In Flai esce a pochi giorni dalla presentazione del Rapporto su Agromafie e Caporalato, in programma a Roma il prossimo 29 novembre. Si tratta del sesto studio realizzato dall'Osservatorio Placido Rizzotto...

Voucher in agricoltura. Mininni, scelta sbagliata si attaccano i diritti dei lavoratori più fragili e non si ritiene utile ascoltare il sindacato

“Il Governo ha annunciato che con la prossima manovra di bilancio intende “introdurre” l’utilizzo dei voucher in agricoltura. Ci teniamo innanzitutto a precisare che i cosiddetti voucher sono già previsti per i lavoratori agricoli...

Flai Cgil, sei tonnellate di generi alimentari al Vaticano contro vecchie e nuove povertà

Un gesto di concreta solidarietà, quello della Flai Cgil che ha consegnato alla Pontificia Elemosineria Apostolica, alla presenza del cardinale Konrad Krajewski, elemosiniere di Papa Francesco, nove bancali di generi alimentari (legumi, pasta, passate...

Mininni: “Solo Stati Uniti e Israele insistono sul bloqueo. La Flai continuerà ad aiutare Cuba con azioni concrete”

“L’assemblea generale delle Nazioni Unite ha condannato a larga maggioranza e per la trentesima volta, il pesantissimo embargo imposto a Cuba dagli Usa - osserva il segretario generale della Flai Cgil, Giovanni Mininni -...