Contro lo sfruttamento e il caporalato, lottiamo anche nel nome di Yusupha

Un mese fa la morte di un giovane bracciante nella baraccopoli foggiana di Rignano. Flai e Cgil organizzano l’ultimo saluto alla salma e manifestano davanti alla Prefettura. “Lo scempio dei ghetti – ci spiega il segretario generale della Flai Cgil Giovanni Mininni – doveva finire già anni fa. Lo Stato si assuma le sue responsabilità”

L’intervista di Martina Toti su Collettiva

https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/08/02/news/contro_lo_sfruttamento_e_il_caporalato_lottiamo_anche_nel_nome_di_yusupha-2273429/

Articoli correlati

Premio Jerry Masslo 2024, il programma delle tre giornate

La Flai Cgil nazionale presenta il programma definitivo della nuova edizione del Premio Jerry Masslo 2024, che si svolgerà il 29, 30 e 31...

“Le destre avanzano riducendo gli spazi democratici”

L’intervento sui fascismi al comitato esecutivo dello Iuf, a Losanna, del responsabile politiche internazionali della Flai Cgil, Andrea Coinu Non riteniamo ci sia un rischio...

Sindacato di strada anche per i quattro referendum

Assemblee in ogni posto di lavoro lungo la penisola, perché il lavoro è un bene comune Ciao ciao jobs act, precarietà, licenziamenti facili, appalti che...