Contro lo sfruttamento e il caporalato, lottiamo anche nel nome di Yusupha

Un mese fa la morte di un giovane bracciante nella baraccopoli foggiana di Rignano. Flai e Cgil organizzano l’ultimo saluto alla salma e manifestano davanti alla Prefettura. “Lo scempio dei ghetti – ci spiega il segretario generale della Flai Cgil Giovanni Mininni – doveva finire già anni fa. Lo Stato si assuma le sue responsabilità”

L’intervista di Martina Toti su Collettiva

https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/08/02/news/contro_lo_sfruttamento_e_il_caporalato_lottiamo_anche_nel_nome_di_yusupha-2273429/

Articoli correlati

Sciopero nazionale, mai più morti sul lavoro

Dopo la strage operaia di Firenze Flai in piazza con l’Italia che dice no al lavoro che uccide Basta parlare di cordoglio, è il momento...

Confronto governo-sindacati, tavoli tecnici sui problemi del settore

“Consideriamo l’incontro con i ministri Calderoni e Lollobrigida un importante momento di confronto che dovrà proseguire con degli approfondimenti necessari da svolgere in tavoli...

Premio Jerry Masslo 2024, il bando e le modalità di partecipazione

La Flai Cgil annuncia la VI edizione del "Premio Jerry Masslo", che si svolgerà il 29, 30, 31 maggio prossimi. L’edizione 2024 del Premio...