Campagna Progressi e Flai Cgil – Stop caporalato: coltiviamo la legalità

La Flai Cgil, con l’obiettivo di tenere sempre alta l’attenzione sul tema del caporalato e sfruttamento in agricoltura, chiedendo in tempi strettissimi l’approvazione del Ddl 2217, ha ritenuto opportuno, insieme a tutte le altre iniziative in corso, partecipare alla campagna online, proposta da Progressi, “Stop al caporalato. Coltiviamo la legalità”. La campagna lancia la petizione online con la quale si chiede a al Ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali Maurizio Martina, al Ministro della Giustizia Andrea Orlando, al Ministro del Lavoro e delle politiche sociali Giuliano Poletti, al Presidente del Senato Pietro Grasso e al Presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini la rapida approvazione del Ddl 2217 contro il caporalato.

La petizione è online dal 13 luglio e si può sottoscrivere dal sito http://www.progressi.org/caporalato

Articoli correlati

Due container di aiuti in partenza per Gaza, la solidarietà concreta di Flai e Cgil

Materiale sanitario, vestiario, alimenti, oltre trenta tonnellate di generi di prima necessità partiranno verso la Striscia nei prossimi giorni Più di trenta tonnellate di generi...

In Flai il sindacato di strada è anche street art

Jorit consegna alla categoria i ritratti di Argentina Altobelli e Giuseppe Di Vittorio, due personaggi chiave nella storia dell'organizzazione. La conferenza stampa diventa l'occasione...

Serve la pace e serve subito

La Flai Cgil condanna l’escalation in atto in Medio Oriente. Non possiamo stare a guardare il continuo ricorso alle armi che feriscono, uccidono e...