Agricoltura. Galli, Uniemens al 2020 allontana lotta a caporalato

Il Ddl bilancio proroga a gennaio 2020 la data entro la quale deve essere adattato il sistema uniemens (unico sistema di inoltro delle denunce mensili relative ai lavoratori dipendenti)  al settore agricolo, si tratta di una decisione che è molto distante dal contrastare il lavoro nero e irregolare in agricoltura”. Lo dichiara Ivana Galli, Segretaria Generale Flai Cgil.
“Anche in questo caso, il governo a parole combatte il caporalato e con i fatti ritarda norme che andrebbero realmente verso una maggiore regolarità e trasparenza per il settore agricolo e per i lavoratori”.

Articoli correlati

Al macello di Baldichieri d’Asti, lavoratori in sciopero sostituiti da una coop emiliana

Alta tensione per l’arrivo di una quarantina di operai da fuori regione. Gli addetti storici in stato di agitazione dopo il “no” al penalizzante...

La Flai Cgil si unisce alla campagna per chiedere l’immediata scarcerazione di Khaled El Qaisi

Flai Cgil si unisce alle numerose associazioni ed istituzioni come Arci, Amnesty International e Università La Sapienza di Roma ed aderisce agli appelli, alla...

Mininni: dal ministro Lollobrigida nessun ascolto dei lavoratori e nessuna idea sullo sviluppo agricolo del paese

L’intervista al segretario generale della Flai su ‘Il diario del lavoro’ (www.ildiariodellavoro.it) Il governo Meloni ha tradito anche la sua storia. Non c’è nulla nella...