Il Ddl bilancio proroga a gennaio 2020 la data entro la quale deve essere adattato il sistema uniemens (unico sistema di inoltro delle denunce mensili relative ai lavoratori dipendenti)  al settore agricolo, si tratta di una decisione che è molto distante dal contrastare il lavoro nero e irregolare in agricoltura”. Lo dichiara Ivana Galli, Segretaria Generale Flai Cgil.
“Anche in questo caso, il governo a parole combatte il caporalato e con i fatti ritarda norme che andrebbero realmente verso una maggiore regolarità e trasparenza per il settore agricolo e per i lavoratori”.