Sicilia, Cgil, Flai e Fillea: “Vietare lavoro di edili e braccianti nelle ore più calde”

Proposto stop dalle ore 12.30 alle 16

Cgil, Flai e Fillea siciliane chiedono al governo regionale di vietare fino al 31 agosto il lavoro nei campi e nei cantieri edili dalle 12.30 alle 16, cioè nelle ore più calde della giornata. Nella nota inviata al presidente della regione e agli assessori all’agricoltura e alle infrastrutture, Francesco Lucchesi (Cgil), Tonino Russo (Flai) e Giovanni Pistorio (Fillea) sottolineano quanto “la gravosità di questi lavori unita alle temperature proibitive di questa estate e all’impossibilità durante l’attività di stare al riparo, mettano in serio pericolo la salute, se non addirittura la vita dei braccianti e degli edili. Si tratta peraltro di settori ad alto tasso di sfruttamento – sottolineano – per i quali è opportuno introdurre il divieto”. Il comitato per la salute e la sicurezza sul lavoro ha diffuso un vademecum contro i rischi da alte temperature. “Fatto importante – sostiene il sindacato – ma non sufficiente”. 

Articoli correlati

Diritti e salari, lavoratori agroindustria e pensionati in assemblea ad Andria

In vista della manifestazione nazionale del 20 aprile a Roma di Cgil e Uil, il 19 aprile a partire dalle 17.00 incontro presso la...

Sciopero permanente alla Beyers di Castel Maggiore fino al 23 aprile

Flai Cgil: “Non entrerà e non uscirà nessun prodotto finché l'azienda non deciderà di sedersi a un tavolo per evitare la chiusura e trovare...

Elezioni Rsu, Italia Alimentari, Mantova, la Flai di nuovo prima

Risultato storico all'Italia Alimentari di Gazoldo degli Ippoliti, Mantova, azienda del Gruppo Cremonini, dove per la prima volta dopo moltissimi anni la Flai Cgil...