Sciopero nello stabilimento Aia di Nogarole Rocca (Vr)

Si sta svolgendo dalle prime luci dell’alba lo sciopero indetto da Flai, Fai e Uila, e Cisal nello stabilimento di Nogarole Rocca in provincia di Verona. Ne danno notizie le strutture territoriali sindacali, le quali non riescono unitamente alle Rsu a trovare una via di confronto di merito rispetto alle tematiche organizzative della produzione, rispetto ai carichi di lavoro giunti a livelli di insostenibilità per lavoratori e lavoratrici. Questi ultimi sono i veri protagonisti della crescita aziendale in termini di volumi e mercato, per cui le organizzazioni sindacali chiedono di mettere al centro le persone, e di metterle nelle condizioni di poter lavorare ‘umanamente’ nelle linee di produzione. “AIA di Nogarole Rocca ha una storia più che ventennale – si legge nel comunicato – Lo sforzo profuso dai lavoratori ha consentito all’Azienda di crescere e raggiungere le dimensioni che ha oggi. Nel tempo ci sono stati molti momenti di tensione, ma grazie alla volontà di collaborazione reciproca si è sempre trovato una soluzione condivisa. Che cosa è successo negli ultimi tempi? Che cosa è cambiato? Che cosa si è rotto? Ma soprattutto: perché l’azienda non si rende conto del fatto che i lavoratori stanno male? L’Azienda per cui abbiamo lavorato e nella quale abbiamo creduto non è più la stessa”. E ancora: “L’azienda che vorremmo rispetta i ritmi e i carichi di lavoro e non ci fa ‘morire di fatica’ sulle linee pur di fare produzione; l’azienda che vorremmo ci ascolta, ascolta i delegati e non sfugge al confronto; l’azienda che vorremmo è gestita da persone che capiscono che sulle linee lavorano esseri umani e non semplicemente numeri di matricola; l’azienda che vorremmo invece di terziarizzare, internalizza le lavorazioni perché nei nostri stabilimenti non ci devono essere lavoratori di serie A e di serie B”. “Per ‘l’azienda che vorremmo’ proclamiamo lo sciopero generale per l’intera giornata del 26 aprile 2023. Lo sciopero sarà accompagnato da un presidio statico a partire dalle ore 04.00 del 26 aprile 2023”.

Articoli correlati

Stornara, muore lavoratore agricolo, Flai Cgil: “Fermiamo la strage”

Gagliardi: “Nel 2023 in Puglia 2.224 denunce di infortunio e 16 incidenti mortali in agricoltura. Poche le ispezioni e nel 56% dei casi sono...

Mosciano, sabato 8 ore di sciopero con presidio all’Amadori in ricordo di Gaetano Mastroieni

Fai, Flai e Uila: “Per rispetto di tutti coloro che ogni giorno escono da casa per andare al lavoro e non fanno ritorno diciamo...

Reggio Emilia, sportelli antiviolenza nelle aziende

Anche quest’anno la Flai Cgil farà una donazione a Nondasola. Ai caseifici Garanterre (ex Parmareggio) la prima di una lunga serie di assemblee La Flai...