Parma, la strage continua: un altro grave incidente sul lavoro

Le segreterie provinciali di Flai Cgil e Uila Uil: “Gli appelli non bastano più, occorrono fatti concreti”

Le segreterie provinciali di Flai Cgil e Uila Uil hanno appreso con grande dispiacere dell’ennesimo incidente sul lavoro avvenuto questa mattina nella nostra provincia.

Ancora una volta un lavoratore, un operaio di 47 anni, in un prosciuttificio di Sala Baganza, nel parmense, viene coinvolto in un grave infortuno sul lavoro, dove sono dovuti intervenire elisoccorso ed auto medica per portare i primi soccorsi. 

Ormai gli appelli e le sensibilizzazioni che le organizzazioni sindacali invocano con forza da tempo non sono più sufficienti per fermare queste tragedie. Occorrono azioni concrete ed immediate, investimenti sulla prevenzione, sostenere gli organismi di vigilanza e puntare sulla formazione continua per tutti gli operatori del settore come diritto fondamentale ed esigibile. 

Da sempre Flai Cgil e Uila Uil chiedono che i lavoratori siano messi nelle condizioni di saper percepire il rischio e al contempo ribadiscono che l’organizzazione del lavoro non può essere approssimativa ma improntata alla tutela della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

È necessario rafforzare l’attività di verifica e controllo rispetto alla effettiva fruizione della formazione, informazione e addestramento obbligatori e sulla conformità degli enti che la erogano. 

Bisogna migliorare le verifiche ispettive in qualità, quantità e frequenza, anche attraverso l’incremento del personale ispettivo, debitamente formato, sia per quanto riguarda l’Ispettorato del Lavoro, sia per i Servizi di Prevenzione dei Servizi Sanitari territoriali.

Flai e Uila di Parma auspicano che le Autorità di vigilanza territoriali intraprendano un percorso di controlli serrati, quotidiani e mirati, a garanzia della salute e della sicurezza di chi opera quotidianamente nei luoghi di lavoro.

La salute e la sicurezza devono diventare un vincolo per esercitare l’attività d’impresa.

Anche per queste ragioni le Federazioni di Parma di Flai e Uila, aderiranno allo sciopero generale nazionale proclamato da Cgil e Uil per giovedì 11 aprile, invitando tutte le lavoratrici ed i lavoratori all’astensione dal lavoro nelle ultime 4 ore del turno lavorativo.

Articoli correlati

Rinnovo Rsu Pastificio Di Martino di Gragnano, Napoli, 100% alla Flai Cgil

Alle elezioni per il rinnovo delle Rsu al Pastificio Di Martino di Gragnano la Flai Cgil fa l’en plein. Alfonso D’Amora, Antonio Di Somma...

Rinnovo Rsu Mec-carni di Marcaria, Mantova, la Flai è la più votata

Alle elezioni per  il rinnovo della Rappresentanza sindacale unitaria di Mc-carni di Marcaria, nel mantovano, la Flai Cgil è il primo sindacato. Il 64%...

“Basta caccia alle streghe alla Biancoforno”. Flai e Cgil Toscana chiedono che si riapra un dialogo serio con l’azienda

“Si ritiri la querela alla segretaria Flai Pisa Natasha Merola e si riapra un confronto sulle criticità sollevate dai lavoratori. Nella fabbrica di Fornacette...