Malore durante la vendemmia in Franciacorta, muore a 37 anni bracciante rumeno

Flai Cgil Brescia: “Tragedie come questa si potrebbero evitare, una circolare dell’Inl sconsiglia il lavoro all’aperto dalle 14 alle 17”

L’ennesima tragedia sul lavoro si consuma nei campi della Franciacorta. Un bracciante rumeno di soli 37 anni è morto colpito da un malore verso le 14 di oggi, mentre lavorava alla raccolta dell’uva in località Cazzago San Martino.

Non è un caso che questa tragedia sia avvenuta nei giorni in cui il caldo torrido ha reso enormemente faticoso il lavoro nei campi.

Per evitare tragedie del genere, l’Istituto nazionale del lavoro a luglio aveva emanato una circolare per la tutela dei lavoratori sul rischio legato al calore eccessivo, chiedendo una sospensione dal lavoro dalle 14 alle 17 proprio per evitare di far lavorare all’aperto nelle ore più calde. Un provvedimento diretto soprattutto agli operai agricoli, le cui mansioni prevedono un intenso sforzo fisico. E sicuramente la vendemmia è un lavoro faticoso.

“Evidentemente per alcuni questa circolare dell’Inl è rimasta una semplice indicazione, altrimenti tragedie come questa avrebbero potuto essere evitate”, dichiara il segretario generale della Flai Cgil di Brescia, Enrico Nozza Bielli. “Come ogni anno – aggiunge – la Flai Cgil in questo periodo è nei campi della Franciacorta a distribuire acqua e cappellini anche per contrastare il caldo, particolarmente pericoloso in questa estate. Ma dalle nostre ricognizioni sul territorio, come Sindacato di strada, ci era apparso chiaro che alcune aziende sottovalutassero il problema. Bisogna poi considerare la realtà delle visite preventive per chi lavora in agricoltura; una pratica che deve essere potenziata, e soprattutto deve essere considerata come un vero atto di prevenzione, e non come un mero passaggio burocratico”. In attesa che la magistratura accerti la dinamica dei fatti, la Flai auspica che “le aziende agricole non facciano lavorare le persone nelle ore più calde, almeno fino a quando le temperature non diventeranno più miti”.

Articoli correlati

Elezioni Rsu, Italia Alimentari, Mantova, la Flai di nuovo prima

Risultato storico all'Italia Alimentari di Gazoldo degli Ippoliti, Mantova, azienda del Gruppo Cremonini, dove per la prima volta dopo moltissimi anni la Flai Cgil...

Elezioni delle Rsu nel sito Ges.car Rieti: la Flai Cgil è il primo sindacato

Il segretario generale della Flai Cgil Rieti-Roma est Lelli Emiliano esprime profonda soddisfazione  per l’importante affermazione della Flai Cgil nelle elezioni Rsu del sito...

Caffitaly accede alla composizione negoziata della crisi. Flai Cgil: “Non ci ha informati della procedura”

Sciopero e presidio dei sindacati l’11, “ora piano industriale” L’azienda di Gaggio Montano, nel bolognese, ha presentato anche istanza di applicazione di misure protettive del...