Flai Cgil Taranto, nell’azienda agricola e in convegno per difendere il lavoro

Assemblea sindacale nell’azienda agricola Don Camillo – specializzata nella produzione di varie tipologie di frutta e verdura: meloni, angurie, zucche e agrumi – a  Massafra, nella provincia di Taranto, perché la Cgil e la Uil hanno deciso di dare vita a un percorso comune di mobilitazione per cambiare una legge di Bilancio sbagliata, che non dà risposte ai problemi sociali ed economici delle persone, e per rimettere al centro delle scelte del Governo e delle Istituzioni territoriali le ragioni del mondo del lavoro, con Silvia Guaraldi, Flai Cgil nazionale, Antonio Gagliardi, segretario generale Flai Cgil Puglia e Lucia La Penna, segretaria generale di Taranto. E poi a Taranto, ancora nel capoluogo ionico, per una giornata di informazione e formazione. Studiosi di diritto come il prof Roberto Riverso e sindacato insieme, con l’obiettivo di mettere in rete competenze e conoscenze, per creare nuove opportunità e in modo solidaristico lavorare per il benessere di tutte le lavoratrici e dei lavoratori, perché nessuno resti indietro, nessuno si salva da solo. Avanti sulla via maestra. Flai Cgil Taranto ha promosso insieme ad Agi, la giornata di approfondimento sull’effettività delle tutele in agricoltura; un settore complesso in cui contrattazione, previdenza e contrasto all’illegalità sono interconnesse e che necessita di grande attenzione, soprattutto negli interventi normativi e giuridici per evitare che vengano erosi diritti. Partendo dall’analisi del mercato del lavoro in agricoltura e dalla particolare struttura contrattuale del settore si sono analizzate sentenze che rischiamo di vanificare l’esigibilità di tutele basilari quali l’orario di lavoro. Una giornata di studio che deve  essere tappa della costruzione di una rete che veda protagonista il sindacato e la contrattazione e le istituzioni, a partire dall’Inps e dalla sezione territoriale della rete del lavoro agricolo di qualità, per rendere esigibili, a tutti gli effetti, le tutele dei lavoratori e delle lavoratrici agricole a cui tanto deve il paese in termini di produzione di ricchezza e che troppo spesso non vedono riconosciuto l’apporto e la dignità del loro lavoro.

Articoli correlati

Ortofrutta trentino, vittoria sindacale, più 11% in busta paga per 1.800 lavoratori

È bastato il primo dei 2 giorni di sciopero per dare la svolta alla trattativa. Sabato si torna nei magazzini. Flai Cgil e Fai...

Centrale del latte Alessandria, la lotta continua

Benedetto, Flai Cgil: “48 famiglie attendono risposte” Dopo l’annuncio della liquidazione giudiziaria della centrale del latte di Alessandria e Asti, i dipendenti sono entrati in...

Mantova ricorda Argentina Altobelli, figlia e madre del movimento operaio moderno

Inaugurata la mostra nella Camera del lavoro lombarda. Guaraldi, Flai Cgil: “È dal suo esempio che ha preso ispirazione il nostro sindacato di strada” Inaugurata...