Emergenza caldo, in Campania Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil chiedono alla Regione blocco lavoro in agricoltura durante le ondate di calore

Un provvedimento per la sospensione del lavoro in agricoltura durante le ore più calde del giorno. A chiederlo con una lettera indirizzata al Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, e all’assessore regionale al Lavoro, Antonio Marchiello, sono i segretari generali di Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil Campania, Bruno Ferraro, Igor Prata ed Emilio Saggese. 

“L’aumento repentino delle temperature e le ondate di calore sono sempre più frequenti – si legge nella lettera indirizzata a Palazzo Santa Lucia – hanno conseguenze importanti non soltanto per la salute dell’ambiente ma anche per quella dei lavoratori. Indubbiamente, la prevenzione è la chiave per combattere gli impatti, ma oltre a ciò, occorre agire per i settori maggiormente esposti come l’agricoltura, bloccando il lavoro nelle ore di punta e regolando gli orari di lavoro. A tal fine, riteniamo che un provvedimento regionale, rappresenti attualmente un atto di civiltà nei confronti di migliaia di lavoratrici e lavoratori”. 

“Sicuri della vostra sensibilità in materia – concludono Ferraro, Prata e Saggese – ci auguriamo che quanto prima la Giunta regionale possa adottare un provvedimento, senza lasciare alle singole aziende la scelta o meno di salvaguardare le lavoratrici e i lavoratori dalle conseguenze delle ondate di calore che già causano malori e incidenti mortali sul lavoro”.

Articoli correlati

Una giornata di sciopero per i dipendenti bolognesi di Caffitaly

Trentesimo giorno di lotta in Beyers contro i licenziamenti, cresce la solidarietà Nel bolognese il caffè si beve senza zucchero. Lascia in bocca l’amaro di...

Diritti e salari, lavoratori agroindustria e pensionati in assemblea ad Andria

In vista della manifestazione nazionale del 20 aprile a Roma di Cgil e Uil, il 19 aprile a partire dalle 17.00 incontro presso la...

Sciopero permanente alla Beyers di Castel Maggiore fino al 23 aprile

Flai Cgil: “Non entrerà e non uscirà nessun prodotto finché l'azienda non deciderà di sedersi a un tavolo per evitare la chiusura e trovare...