Devastata sede Flai Cgil di Lavinio

Morea e Vona: “Atto vile che non ferma la nostra attività”

Proprio poche ore prima dello sciopero e della straordinaria manifestazione di Piazza del Popolo, la sede della Flai Cgil di Anzio-Lavinio, Flai Roma Sud Pomezia Castelli, è stata oggetto di una vera e propria devastazione. Mobili rotti, computer spaccati, cassetti all’aria. Le immagini restituiscono un atto grave e vandalico.

“Un gesto vile, che vorrebbe colpire l’attività che quotidianamente facciamo nel territorio a sostegno di lavoratrici e lavoratori, a volte in contesti difficili in cui fenomeni di sfruttamento colpiscono i soggetti più deboli”, dichiarano, dando la notizia, Stefano Morea Segretario generale Flai Roma Lazio, e Alessandro Vona Segretario generale Flai Roma Sud Pomezia Castelli.

“Non sono certo questi atti che fermeranno il nostro impegno e la nostra attività al fianco di lavoratrici e lavoratori stranieri e italiani che ogni giorno si rivolgono con fiducia a noi. Tuttavia intendiamo non solo denunciare ma anche far sapere l’accaduto perché rappresenta un segnale preoccupante per tutti”.

Articoli correlati

Ortofrutta trentino, vittoria sindacale, più 11% in busta paga per 1.800 lavoratori

È bastato il primo dei 2 giorni di sciopero per dare la svolta alla trattativa. Sabato si torna nei magazzini. Flai Cgil e Fai...

Centrale del latte Alessandria, la lotta continua

Benedetto, Flai Cgil: “48 famiglie attendono risposte” Dopo l’annuncio della liquidazione giudiziaria della centrale del latte di Alessandria e Asti, i dipendenti sono entrati in...

Mantova ricorda Argentina Altobelli, figlia e madre del movimento operaio moderno

Inaugurata la mostra nella Camera del lavoro lombarda. Guaraldi, Flai Cgil: “È dal suo esempio che ha preso ispirazione il nostro sindacato di strada” Inaugurata...