Brescia, diamo un calcio agli sfruttatori

Diritti in campo, fin dalla maglietta la squadra di calcio della Flai Lombardia mostra la sua tattica di gioco. Una compagine solidale, che sul terreno di gara di Roncadelle, nel bresciano, porta in campo passione, sacrificio tattico e soprattutto sentimento. Galeano e Soriano insegnano che il calcio è vita, e come succede nella vita si fanno incontri, si stringono amicizie, si abbattono le barriere. Tutti fratelli, ancorché avversai a caccia del pallone da mettere in porta. E vinca il migliore, anche se viene in mente la risposta che dette Nereo Rocco: “Sperem de no”. La partita tra ‘Diritti in campo’ della Flai Cgil Lombardia e Coordinamento degli immigrati è stata tutto questo, ma il calendario è ancora lungo e c’è già da pensare alla prossima sfida. “Il calcio è il miglior modo per contaminarci e conoscersi, e una partita di calcio unisce sempre, indipendentemente dal risultato”, così il presidente della ‘Diritti in campo’ Alberto Semeraro, che fuori dal campo è il segretario generale della Flai Cgil Lombardia. Diamo un calcio agli sfruttatori.

Articoli correlati

Agricoltura, Morea, Flai Cgil Roma e Lazio: “Da istituzioni maggiore attenzione alla condizione di chi lavora”

Dati Ispettorato: 64,5% di irregolarità nel Lazio, al primo posto caporalato e sfruttamento “E’ di questi giorni il provvedimento della Regione Lazio per il pagamento...

Elezioni Rsu in Pernigotti, Novi Ligure, una conferma per la Flai

Si sono appena concluse le operazioni di voto per il rinnovo della rappresentanza sindacale unitaria in Pernigotti. L'importante lavoro svolto nel salvataggio della famosissima...

Russo, Flai Cgil: “A pagare la siccità sono lavoratori e consumatori, bisogna investire sulla risorsa acqua”

ilSicilia.it intervista il segretario regionale della Flai su riforma dei Consorzi di bonifica ancora al palo, dighe e dispersione idrica Agricoltura e criticità di settore,...