Birrificio Peroni Padova, Ccnl Industria Alimentare per tutti, non ci saranno più lavoratori di serie A e di serie B

Firmato l’accordo con la 5B del gruppo Cab Log, dal primo febbraio non ci saranno differenze fra dipendenti diretti ed esterni 

Dal primo febbraio i lavoratori che si occupano del magazzino e della logistica nello stabilimento Peroni di Padova cambieranno per l’ennesima volta appalto. Ma in questo caso – a differenza di quanto avvenuto nei vari passaggi che si sono succeduti – non avranno condizioni peggiorative, anzi. Saranno trasferiti alla 5B Service, società che fa parte del gruppo Cab Logo srl, con piena salvaguardia dell’occupazione e delle singole condizioni normative individuali. Ma soprattutto, come stabilito al tavolo della Regione, avranno il Contratto nazionale industria alimentare, lo stesso dei dipendenti diretti del birrificio. Non ci saranno più lavoratori di serie A e di serie B. Ieri, dopo giorni di scioperi e presidi, la vertenza si è chiusa formalmente con la firma dell’accordo, sottoscritto da Filt Cgil per il settore trasporti e da Flai Cgil per il settore alimentare con la 5B Service. Le intese, riconoscendo anche il sistema premiale esistente, legano alla stagionalità 2024 a suo tempo contrattata con Geodis ma in prospettiva – fa sapere Cgil – le parti “adotteranno strumenti coerenti al contratto degli alimentaristi e alle condizioni aziendali vigenti”. Accanto a questo, sottolineano Filt e Flai Cgil Padova, “nella trattativa le due categorie sono riuscite in anticipo, dopo una serie di incontri, a raggiungere e ottenere un’intesa che prevede l’armonizzazione dei due contratti nazionali vigenti. Per altro il nuovo rapporto di lavoro inizierà con l’applicazione del Contratto Industria Alimentare: condizione non banale né scontata. L’applicazione del Contratto nazionale dell’Industria Alimentare sottoscritto dalle organizzazioni sindacali nazionali, Flai, Fai e Uila, determina infatti, da subito, un miglioramenti delle condizioni normative ma anche un aumento generalizzato della retribuzione dei lavoratori, cosa che male non fa in un’epoca di inflazione galoppante”. “Oggi – dichiarano i segretario generali di Filt Cgil Padova, Massimo Cognolatto, e Flai Cgil Padova, Giovanni Acco – alla luce dell’accordo raggiunto e delle assemblee fatte con i lavoratori, possiamo esprimere la nostra soddisfazione per l’esito positivo di questa vertenza, grazie all’impegno di tutte e tutti, in primis dei lavoratori, ma anche della delegazione sindacale Filt e Flai, composta da Matteo Cesaretto, Daniele Perta e Giuliano Carraro”. 

Articoli correlati

Assunzioni in agricoltura, Morea, Flai Roma e Lazio, Kaur, Flai Frosinone e Latina: “Numeri importanti ma in ritardo”

C’è un dato sicuramente positivo che va colto e sottolineato: si può far rispettare la legge; si possono assumere correttamente i lavoratori; si possono...

Brigate del lavoro in Capitanata percorsi già 10mila chilometri

Il 25 luglio posa di una pietra in località Ripalta, in memoria dell’incidente stradale del 6 agosto 2018. Venerdì manifestazione a Manfredonia Continua il percorso...

Modena, Brigate del lavoro Flai Cgil in campo contro sfruttamento, caporalato e colpi di carole

E’ partita in questi giorni la campagna delle Brigate del lavoro della Flai Cgil di Modena che vede sindacalisti, delegati e delegate, girare per...