E’ stato siglato oggi presso la Confindustria Umbria il contratto integrativo per il Gruppo Mignini & Petrini valido per il periodo 2014-2016.

Ne danno notizia Fai-Cisl, Flai-Cgil e Uila-Uil nazionali, unitamente alle segreterie territoriali e alle RSU.

“Con il rinnovo dell’integrativo aziendale abbiamo confermato la competitività del Gruppo sul mercato, la qualità delle produzioni e valorizzato il lavoro”, hanno dichiarato Fai, Flai e Uila, “per quanto riguarda il PPO l’incremento economico è del 14% rispetto al triennio precedente, nello specifico sono previste tre tranche pari a € 1.250 per il 2014, € 1.300 per il 2015 ed € 1.350 per il 2016″.

“Sul fronte normativo, si riconferma il sistema delle buone relazioni sindacali e si stabilisce di riconoscere la polivalenza e la polifunzionalità attraverso l’erogazione di un riconoscimento economico; inoltre, per quanto riguarda il capitolo sulla formazione, l’Azienda fornirà ai lavoratori che ne facciano richiesta il proprio curriculum formativo. Infine, per quanto concerne il capitolo sulla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, l’Azienda si impegna ad implementare l’attuale sistema di monitoraggio delle malattie professionali, attraverso il confronto con gli RLS”.