HomeComunicatiXylella. Il lavoro grande assente del decreto agricoltura

Xylella. Il lavoro grande assente del decreto agricoltura

“Il lavoro e’ il grande assente del decreto agricoltura. Il Governo non può pensare di affrontare il problema della Xylella soltanto da un punto di vista tecnico-sanitario e prevedendo aiuti solo per le imprese colpite dal batterio, dimenticando che l’olivicoltura va avanti grazie al lavoro di migliaia di braccianti, a tempo determinato e indeterminato, i cui redditi sono fortemente compromessi”.

Così i sindacati agroalimentari Fai, Flai e Uila commentano la conversione in legge da parte del Senato del dl agricoltura, in cui mancano misure a tutela dell’occupazione e del reddito dei lavoratori delle imprese colpite dalla Xylella.

“Nel provvedimento non c’è traccia delle richieste che avevamo avanzato, anche in un incontro con il Capo di gabinetto del ministro delle politiche agricole Maurizio Martina. E, anche se con l’accoglimento dei due ordini del giorno, l’aula di Palazzo Madama ha impegnato il Governo a finanziare gli ammortizzatori sociali in deroga per la tutela del reddito dei lavoratori e ad adottare strumenti normativi per il riconoscimento ai braccianti a tempo determinato delle giornate lavorative sufficienti ad ottenere i benefici previdenziali, non basta” affermano i sindacati.

“I lavoratori agricoli meritano molta più attenzione di quella che gli è stata data finora” proseguono Fai, Flai e Uila a parere dei quali è quanto mai necessario dare attuazione al più presto alle richieste presentate e, in particolare, ad interventi derogatori ed aggiuntivi rispetto alla legge 223 del ’91 e alle misure ordinarie in caso di  calamità; al riconoscimento per gli operai a tempo indeterminato delle giornate dell’anno precedente esteso al 2013, se più favorevoli rispetto al 2014; ad un tavolo interministeriale ed un osservatorio regionale per monitorare il fenomeno e indirizzare gli interventi a beneficio dei lavoratori.

Articoli correlati

Pernigotti. Incontro congiunto al Ministero del lavoro

  Si è svolto questa mattina, in video conferenza, l’esame congiunto, presso il ministero del Lavoro, sulla vertenza Pernigotti al quale hanno partecipato, alla presenza anche del Mise, i rappresentanti nazionali e territoriali di Fai,...

Pesca. Ennesimo incidente mortale conferma la pericolosità del settore. Urgente applicare al comparto norme di sicurezza previste da Testo Unico 81

"La pesca rimane una delle professioni più pericolose al mondo e l'incidente di lunedì scorso, dove un pescatore ha perso la vita nel rovesciamento della vongolara su cui era imbarcato, conferma questo triste primato...

Vertenza BuCastelli – Alival. Fai, Flai, Uila: sciopero riuscito, dai lavoratori un segnale forte

“Sciopero riuscito oggi nei vari siti del gruppo BuCastelli – Alival a fronte della annunciata chiusura degli stabilimenti di Ponte Buggianese, Reggio Calabria e degli esuberi a Santa Rita. Forte il segnale arrivato dai...

Nel Gran Ghetto di Foggia tragedia annunciata, necessario agire su alloggi e trasporti

“Ancora, l’ennesima una tragedia annunciata, ancora una morte che poteva essere evitata se fossero messe in atto misure di accoglienza adeguate e se i lavoratori stranieri fossero in condizione di ricevere paghe adeguate”. Così...

Accordo integrativo Bat. Fai, Flai e Uila: “Misure innovative per sostenere le famiglie e contrastare l’inflazione”

Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil commentano con soddisfazione il nuovo accordo integrativo, per il quadriennio 2022-2025, sottoscritto con Bat, British American Tobacco Italia “che prevede misure di contrasto all’inflazione, in sostegno alle famiglie che...