Prosegue la mobilitazione indetta da Fai, Flai e Uila per scongiurare il tentativo del governo di manomettere la legge 96/2017 sul lavoro occasionale. Martedì 31 luglio i lavoratori saranno di nuovo in Piazza a Roma, davanti a Montecitorio, per chiedere al Parlamento di respingere gli emendamenti alla normativa vigente che cancellerebbero i diritti contrattuali, assistenziali e previdenziali di decine di migliaia di lavoratori, mettendo anche a rischio la sicurezza sul lavoro nel comparto agricolo.