Vertenza GAM. Segnali positivi dal tavolo MISE

L’incontro odierno, tenutosi presso il Mise per la vertenza Gam di Bojano (Campobasso), ha sgombrato il campo rispetto alle tante incomprensioni che in questi giorni hanno distolto l’attenzione dalle questioni principali: salvaguardia della filiera avicola molisana e tutela di tutti i lavoratori coinvolti.

Fai, Flai e Uila accolgono con favore la dichiarazione del presidente Frattura nel ribadire l’appoggio esclusivo della Regione al gruppo Amadori, unico aggiudicatario dei beni della filiera.
Il prossimo incontro programmato per il giorno 8 febbraio, sarà l’occasione per conoscere con chiarezza il piano industriale del gruppo Cesenate e le disponibilità della Regione circa gli strumenti di politiche attive, condizioni indispensabili richieste dal sindacato per il proseguimento del confronto.
La priorità per le OO.SS. è di dare risposte a tutti i 280 lavoratori, mettendo in campo soluzioni concrete e di prospettiva.
È intenzione delle Parti di procedere in tempi rapidi alla definizione di un’ipotesi di accordo da sottoporre all’assemblea dei lavoratori.

Articoli correlati

Rinnovato il Protocollo aggiuntivo per il personale operaio assunto dal CUFAA: “Soddisfazione per recepimento CCNL Forestali, primo passo per valorizzazione comparto”

Si sono incontrati oggi a Roma, presso il Comando Unità Forestali Ambientali ed Agroalimentari Carabinieri, alla presenza del Generale C.A. Andrea Rispoli, Comandante del...

La questione migratoria, il Pci e le sinistre nell’Italia del Novecento

Bilongo: “L’assenza odierna di una spinta progressista è sostituita da ideologie reazionarie che producono ostracismo e respingimenti” Nella storia delle Storie del mondo i migranti...

Fai, Flai e Uila Pesca incontrano il ministro Lollobrigida

Fai, Flai e Uila Pesca, insieme alle associazioni di categoria, hanno incontrato oggi presso il Masaf, il ministro Francesco Lollobrigida. Al centro dell’incontro le...