Ucraina, no alla guerra sì alla solidarietà

È stato consegnato al sindacato ucraino, al confine ungherese, il furgone acquistato con le risorse del fondo della Cgil per poter distribuire più agevolmente i generi alimentari e non solo donati alla popolazione.  Un altro segno concreto di solidarietà della confederazione, che si è subito attivata già dalle prime ore dopo l’invasione, nei confronti di donne e uomini che sono le vere vittime di ogni conflitto bellico. Nel furgone ci sono anche i sei pancali di tonno e insalate donate dalla Flai Cgil.

Articoli correlati

Flai Cgil: “Con le armi non si va da nessuna parte”

“Siamo sicuri che la Nato possa parlare di pace?”, si chiede Andrea Coinu, responsabile politiche internazionali della Flai Cgil all’indomani delle dichiarazioni del segretario...

Legno: Fillea-Flai-Nuove Ri-Generazioni, per una politica che investa nella produzione, nel riuso e nella resilienza dei materiali

Fiatti, Flai Cgil: “Più del 90% dei forestali sono dipendenti pubblici. E questo è molto importante, perché se la loro attività non produce un...

Fiatti, Flai Cgil: “Contrattazione e bilateralità pilastri dei rapporti fra le parti sociali”

“Necessaria una legge sulla rappresentanza”, spiega il segretario della Flai nel suo intervento alla presentazione del progetto ‘Social dialogue for skills - dialogo sociale...