HomeComunicatiSTORIE DI LAVORO SFRUTTATO/1, IN VIDEO LE TESTIMONIANZE RACCOLTE DALLA FLAI CGIL

STORIE DI LAVORO SFRUTTATO/1, IN VIDEO LE TESTIMONIANZE RACCOLTE DALLA FLAI CGIL

“Storie di lavoro sfruttato”, questo è il titolo di una serie di testimonianze video raccolte dalla Flai Cgil e che saranno pubblicate da oggi sui profili social per raccontare e denunciare le tante situazioni di sfruttamento, caporalato, ricatti, che colpiscono i lavoratori impiegati in agricoltura; in queste storie però c’è anche la dignità del lavoro, la forza di denunciare insieme al sindacato, la voglia di non piegare la testa.

Oggi a farsi sentire è la voce di M. A., viene dal Senegal e vuole solo lavorare dignitosamente e prendersi cura della famiglia.10/12 ore di lavoro al giorno.

Così sul profilo Fb la Flai riassume la sua storia: “15 minuti di pausa pranzo. 7 giorni su 7. Tutto per 550€ al mese. Sono meno di 2 euro l’ora. Quando i datori di lavoro obbligano M. A. a sottoscrivere un verbale di conciliazione, lui si rifiuta e viene licenziato. Ha contattato la Flai e con i nostri legali ha vinto la causa. Il licenziamento è illegittimo. Ma non è finita qui: il datore di lavoro è stato denunciato sulla base della Legge 199. L’udienza è prevista per il mese di giugno e la Flai Cgil si è costituita parte civile. Storie come questa, fatte di soprusi ma anche di denuncia e riscatto, trovano voce grazie al sindacato di strada e nel Rapporto Agromafie e Caporalato, un lavoro di inchiesta e di ricerca sul fenomeno dello sfruttamento lavorativo ma anche una battaglia per la legalità e per i diritti, contro l’infiltrazione della criminalità mafiosa nel comparto agricolo”.

 

Nel link la testimonianza video di M.A.:  https://fb.watch/3-2VlrFdPN/

 

Articoli correlati

Agricoltura. Fiatti: bene PAC Italia, insieme a condizionalità sociale deve creare buona occupazione

“Una buona notizia per il settore agricolo il via libera della Commissione europea al Piano Strategico Nazionale dell'Italia sulla Politica agricola comune (Pac), con un sostegno di oltre 35 miliardi di euro, tra contributi...

MEMORIA 2 Dicembre 1968. I fatti di Avola: la polizia spara sui braccianti

Sono all’undicesimo giorno di sciopero i braccianti siracusani e l’intervento armato della polizia altro non è che il tentativo delle forze agrarie di spezzare il movimento rivendicativo, di dare una lezione a tutti i...

6 e 7 dicembre a Roma seminario finale del progetto Di.Agr.A.M.M.I. di Legalità al centro-nord

In 30 mesi di attività di contrasto al caporalato e allo sfruttamento dei lavoratori migranti in agricoltura, ha aiutato oltre 20mila persone Si terrà il 6 e 7 dicembre 2022 nel Centro Congressi Roma Eventi...

Flai Cgil, altri nove bancali di cibo al Vaticano, solidarietà concreta per chi non arriva a fine mese

L’aumento sempre più marcato delle diseguaglianze, evidenziato da tutti i centri di ricerca, rende indispensabili interventi di solidarietà concreta. Contro vecchie e nuove povertà servono risposte decise, va in questa direzione la consegna da...

Agricoltura: BioAs e Osservatorio Placido Rizzotto insieme per contrastare concretamente il caporalato e ogni forma di sfruttamento

Per fermare il caporalato e lo sfruttamento in agricoltura le leggi sono importanti ma ci vogliono azioni concrete.  L’accordo siglato ieri tra l’Osservatorio Placido Rizzotto e BioAs (Associazione Nazionale Bio Agricoltura Sociale), va proprio in...