HomeComunicatiSettore carni. Flai Cgil non sottoscrive accordo con Inalca

Settore carni. Flai Cgil non sottoscrive accordo con Inalca

Accordo lesivo del CCNL, unica soluzione l’assunzione di tutti i lavoratori oggi in forza nella società in somministrazione

“In data 15 giugno presso la sede di AssoCarni a Roma, Società Inalca, appartenente al Gruppo Cremonini, ha sottoscritto con le Federazioni Fai Cisl e Uila Uil un accordo lesivo del CCNL dell’Industria Alimentare, andando in deroga all’art. 4 del Ccnl “Appalti, decentramenti produttivi e terziarizzazioni” nel quale, in sintesi, si sancisce che non dovrebbero esserci lavoratori in somministrazione. Pertanto la Flai Cgil ha deciso di non sottoscrivere detto accordo”. Ne dà notizia Marco Bermani, Segretario Nazionale Flai Cgil.
“Inalca avendo rescisso il contratto con il Consorzio Euro2000, nei fatti, ha annullato l’Accordo del 1999, che istituiva il modello organizzativo per le produzioni all’interno della propria Società per regolamentare cooperative e consorzi. A tutt’oggi Inalca non ha presentato un progetto industriale che garantisca continuità lavorativa e occupazionale”.

“Riteniamo – prosegue Bermani – che l’unica soluzione percorribile, subito dopo l’emergenza produttiva e occupazionale, risolta attualmente attraverso attività in somministrazione, sia l’assunzione da questo momento di tutti i lavoratori oggi in forza nella società in somministrazione in Inalca”.

“Riteniamo anche che tutte le parti dell’accordo di oggi, nelle quali Inalca si impegna a risolvere e ripianare gli elementi economici spettanti ai lavoratori, possono in qualsiasi momento essere interrotti da iter civilistico e ministeriale, poiché siamo a conoscenza di diffide in atto avanzate dal Consorzio Euro2000 nei confronti di Inalca, e viceversa.
Pertanto – conclude Bermani – la Flai Cgil con tutte le sue strutture verificherà modi e forme per garantire ai lavoratori oggi in somministrazione la reale certezza del loro futuro”.

 

Articoli correlati

Pernigotti, nuovo incontro al Mise. Fai, Flai e Uila: disponibili ad esaminare un nuovo piano industriale con tempistiche e risorse certe

Si è svolta questa mattina, in video conferenza, una nuova riunione convocata presso il ministero dello sviluppo economico, sulla vertenza Pernigotti alla quale hanno partecipato oltre ai rappresentanti nazionali e territoriali di Fai, Flai...

Pernigotti. Incontro congiunto al Ministero del lavoro

  Si è svolto questa mattina, in video conferenza, l’esame congiunto, presso il ministero del Lavoro, sulla vertenza Pernigotti al quale hanno partecipato, alla presenza anche del Mise, i rappresentanti nazionali e territoriali di Fai,...

Pesca. Ennesimo incidente mortale conferma la pericolosità del settore. Urgente applicare al comparto norme di sicurezza previste da Testo Unico 81

"La pesca rimane una delle professioni più pericolose al mondo e l'incidente di lunedì scorso, dove un pescatore ha perso la vita nel rovesciamento della vongolara su cui era imbarcato, conferma questo triste primato...

Vertenza BuCastelli – Alival. Fai, Flai, Uila: sciopero riuscito, dai lavoratori un segnale forte

“Sciopero riuscito oggi nei vari siti del gruppo BuCastelli – Alival a fronte della annunciata chiusura degli stabilimenti di Ponte Buggianese, Reggio Calabria e degli esuberi a Santa Rita. Forte il segnale arrivato dai...

Nel Gran Ghetto di Foggia tragedia annunciata, necessario agire su alloggi e trasporti

“Ancora, l’ennesima una tragedia annunciata, ancora una morte che poteva essere evitata se fossero messe in atto misure di accoglienza adeguate e se i lavoratori stranieri fossero in condizione di ricevere paghe adeguate”. Così...