Sciopero generale. Le fabbriche dell’agroindustria si fermano, i numeri di Flai e Uila

 

 

Forte adesione allo sciopero generale da parte degli operai agricoli e forestali, dei consorzi di bonifica, dei lavoratori della pesca e dell’agroindustria. In particolare alcuni dati raccolti, non ancora esaustivi della partecipazione su tutto il territorio nazionale, confermano che nelle fabbriche l’adesione è stata molto elevata: Pastificio Granoro Bari 91%, La Doria di Fisciano 100%, Fiordagosto Muti 100%, Sammontana Empoli 87%, Pernigotti Novi Ligure 80%, Conserve Italia Ravenna 100%, Parmareggio Modena 85%, Vandermortelee Genova 90%, Appetays 80%. 

Una mobilitazione riuscita, che ha messo insieme lavoratrici e lavoratori di tutta Italia, convinti che il governo Draghi può e deve tenere maggiormente in considerazione i bisogni e le esigenze di chi per vivere deve lavorare. Flai Cgil e Uila Uil sono soddisfatte, le adesioni sono altissime: Grandi Salumifici Italiani Modena 80%, Acqua Panna Firenze 90%, Sibeg Catania 73%, Campari Novi Ligure 70%, Lavazza Settimo torinese 80%, Heineken Taranto 70%, Vicenzi Verona 70%., Granarolo 70%. Forte l’adesione anche in aziende come Barilla e Parmalat. Numeri di aziende all’avanguardia, emblema del Made in Italy nel mondo, che fanno capire quanto lo sciopero proclamato da Cgil e Uil abbia intercettato positivamente il mondo del lavoro. Marchi di prodotti conosciuti, e apprezzati dalle famiglie italiane e non solo, dietro i quali ci sono donne e uomini in carne e ossa che chiedono di essere rispettati.

Articoli correlati

La questione migratoria, il Pci e le sinistre nell’Italia del Novecento

Bilongo: “L’assenza odierna di una spinta progressista è sostituita da ideologie reazionarie che producono ostracismo e respingimenti” Nella storia delle Storie del mondo i migranti...

Fai, Flai e Uila Pesca incontrano il ministro Lollobrigida

Fai, Flai e Uila Pesca, insieme alle associazioni di categoria, hanno incontrato oggi presso il Masaf, il ministro Francesco Lollobrigida. Al centro dell’incontro le...

Ccnl industria alimentare, nuovo confronto a fine febbraio

Si è svolta a Roma la riunione plenaria, durata tre giorni, per il rinnovo del Ccnl dell’industria alimentare, scaduto a novembre 2023, che riguarda oltre 400mila...