“L’accordo di rinnovo del Ccnl artigianato area alimentazione e panificazione sottoscritto la scorsa notte da Fai Cisl, Flai Cgil, Uila Uil, Confartigianato, CNA, Casa e Claai, segna un importante tassello dei rinnovi contrattuali di questi mesi per la nostra categoria e non solo”. Lo dichiara Ivana Galli, Segretaria Generale Flai Cgil nazionale.
“Esprimiamo soddisfazione per un rinnovo triennale, che è il primo siglato dopo le nuove regole sul modello contrattuale sottoscritte da Cgil, Cisl e Uil.

L’incremento economico del 3,5% – spiega Galli – non è legato ad alcun indicatore variabile e quindi non sono previste verifiche nella vigenza contrattuale, un aspetto che noi consideriamo molto importante e che rappresenta una certezza per i lavoratori. Altri elementi qualificanti sono il rilancio dell’Osservatorio di settore con il monitoraggio degli appalti e sugli investimenti industria 4.0; un pacchetto retribuito di 32 ore per la formazione continua, oltre alla possibilità di utilizzare le 150 ore previste per la formazione, anche per corsi di lingua italiana per i lavoratori stranieri; sul versante del welfare miglioramenti in tema di permessi per congedi parentali con la possibilità di utilizzo anche in modo frazionato in pacchetti di ore”.

“Complessivamente – conclude Ivana Galli – in una stagione di rinnovi che non è certo facile, un rinnovo come quello siglato in queste ore rafforza il potere d’acquisto dei lavoratori e dimostra come in settori caratterizzati da dinamicità e qualità del processo produttivo, frutto anche del contributo dei lavoratori, ci siamo margini di redditività da redistribuire attraverso la contrattazione”.