HomeComunicatiPescatori sequestrati. Pucillo, bene Decreto Ristori ma portare subito a casa i...

Pescatori sequestrati. Pucillo, bene Decreto Ristori ma portare subito a casa i pescatori

“L’approvazione in Senato di un emendamento al Decreto Ristori, che riconosce alle famiglie dei pescatori di Mazara del Vallo detenuti a Bengasi un sostegno economico in questa fase per loro molto difficile, deve essere anche utile a dare maggiore attenzione al destino dei 18 pescatori e alle loro famiglie che da oltre cento giorni aspettano il ritorno dei propri figli, padri e mariti. Una vicenda che si trascina ormai da mesi e che sta esasperando gli animi e la pazienza dei familiari prima in presidio davanti a Montecitorio e ora nell’aula consiliare del Comune di Mazara del Vallo, dove ormai la tensione e l’esasperazione è tangibile”. Lo dichiara Antonio Pucillo, Dipartimento Pesca Flai Cgil nazionale.
“Apprezziamo anche che tra i beneficiari di tale contributo siano presenti le imprese. Non vorremmo che dopo il sequestro per i lavoratori, ci fosse anche la beffa di ritrovarsi disoccupati per i danni alle imbarcazioni e per i costi dovuti all’inattività delle stesse. Rimane però la consapevolezza nelle parole dei familiari che nessun ristoro economico, anche se necessario e ben accolto, potrà compensare o alleviare l’angoscia di chi non ha notizie dei propri familiari dal 1 di settembre, se non per un breve contatto telefonico”.
“Chiediamo nuovamente al Governo e alle istituzioni che si stanno occupando del caso dei 18 marinai di velocizzare il loro rilascio. Siamo di fronte a una storia assurda nelle motivazioni del sequestro e sproporzionata negli effetti della detenzione.  È necessario ogni sforzo affinché si arrivi velocemente ad una positiva conclusione per il rispetto e la dignità dovuta ai pescatori e alle loro famiglie. Inoltre, – conclude Pucillo – per evitare il ripetersi di simili tragedie, crediamo che si debbano affrontare i rapporti con i Paesi Nordafricani e permettere di ristabilire un giusto equilibrio nella gestione della attività di pesca con attenzione a quei tratti di mare contigui”.

Articoli correlati

Flai Cgil all’assemblea nazionale dei Campi della legalità di Libera

All’Assemblea nazionale dei campi di impegno e formazione sui beni confiscati alla criminalità organizzata ‘E!State Liberi!’, all’Auditorium San Domenico di Roma, Jean-René Bilongo, capo dipartimento legalità Flai Nazionale e presidente dell’Osservatorio Placido Rizzotto, interviene...

Agricoltura. Fiatti: bene PAC Italia, insieme a condizionalità sociale deve creare buona occupazione

“Una buona notizia per il settore agricolo il via libera della Commissione europea al Piano Strategico Nazionale dell'Italia sulla Politica agricola comune (Pac), con un sostegno di oltre 35 miliardi di euro, tra contributi...

MEMORIA 2 Dicembre 1968. I fatti di Avola: la polizia spara sui braccianti

Sono all’undicesimo giorno di sciopero i braccianti siracusani e l’intervento armato della polizia altro non è che il tentativo delle forze agrarie di spezzare il movimento rivendicativo, di dare una lezione a tutti i...

6 e 7 dicembre a Roma seminario finale del progetto Di.Agr.A.M.M.I. di Legalità al centro-nord

In 30 mesi di attività di contrasto al caporalato e allo sfruttamento dei lavoratori migranti in agricoltura, ha aiutato oltre 20mila persone Si terrà il 6 e 7 dicembre 2022 nel Centro Congressi Roma Eventi...

Flai Cgil, altri nove bancali di cibo al Vaticano, solidarietà concreta per chi non arriva a fine mese

L’aumento sempre più marcato delle diseguaglianze, evidenziato da tutti i centri di ricerca, rende indispensabili interventi di solidarietà concreta. Contro vecchie e nuove povertà servono risposte decise, va in questa direzione la consegna da...