HomeComunicatiPescatori sequestrati. Pucillo, bene Decreto Ristori ma portare subito a casa i...

Pescatori sequestrati. Pucillo, bene Decreto Ristori ma portare subito a casa i pescatori

“L’approvazione in Senato di un emendamento al Decreto Ristori, che riconosce alle famiglie dei pescatori di Mazara del Vallo detenuti a Bengasi un sostegno economico in questa fase per loro molto difficile, deve essere anche utile a dare maggiore attenzione al destino dei 18 pescatori e alle loro famiglie che da oltre cento giorni aspettano il ritorno dei propri figli, padri e mariti. Una vicenda che si trascina ormai da mesi e che sta esasperando gli animi e la pazienza dei familiari prima in presidio davanti a Montecitorio e ora nell’aula consiliare del Comune di Mazara del Vallo, dove ormai la tensione e l’esasperazione è tangibile”. Lo dichiara Antonio Pucillo, Dipartimento Pesca Flai Cgil nazionale.
“Apprezziamo anche che tra i beneficiari di tale contributo siano presenti le imprese. Non vorremmo che dopo il sequestro per i lavoratori, ci fosse anche la beffa di ritrovarsi disoccupati per i danni alle imbarcazioni e per i costi dovuti all’inattività delle stesse. Rimane però la consapevolezza nelle parole dei familiari che nessun ristoro economico, anche se necessario e ben accolto, potrà compensare o alleviare l’angoscia di chi non ha notizie dei propri familiari dal 1 di settembre, se non per un breve contatto telefonico”.
“Chiediamo nuovamente al Governo e alle istituzioni che si stanno occupando del caso dei 18 marinai di velocizzare il loro rilascio. Siamo di fronte a una storia assurda nelle motivazioni del sequestro e sproporzionata negli effetti della detenzione.  È necessario ogni sforzo affinché si arrivi velocemente ad una positiva conclusione per il rispetto e la dignità dovuta ai pescatori e alle loro famiglie. Inoltre, – conclude Pucillo – per evitare il ripetersi di simili tragedie, crediamo che si debbano affrontare i rapporti con i Paesi Nordafricani e permettere di ristabilire un giusto equilibrio nella gestione della attività di pesca con attenzione a quei tratti di mare contigui”.

Articoli correlati

Pernigotti. Incontro congiunto al Ministero del lavoro

  Si è svolto questa mattina, in video conferenza, l’esame congiunto, presso il ministero del Lavoro, sulla vertenza Pernigotti al quale hanno partecipato, alla presenza anche del Mise, i rappresentanti nazionali e territoriali di Fai,...

Pesca. Ennesimo incidente mortale conferma la pericolosità del settore. Urgente applicare al comparto norme di sicurezza previste da Testo Unico 81

"La pesca rimane una delle professioni più pericolose al mondo e l'incidente di lunedì scorso, dove un pescatore ha perso la vita nel rovesciamento della vongolara su cui era imbarcato, conferma questo triste primato...

Vertenza BuCastelli – Alival. Fai, Flai, Uila: sciopero riuscito, dai lavoratori un segnale forte

“Sciopero riuscito oggi nei vari siti del gruppo BuCastelli – Alival a fronte della annunciata chiusura degli stabilimenti di Ponte Buggianese, Reggio Calabria e degli esuberi a Santa Rita. Forte il segnale arrivato dai...

Nel Gran Ghetto di Foggia tragedia annunciata, necessario agire su alloggi e trasporti

“Ancora, l’ennesima una tragedia annunciata, ancora una morte che poteva essere evitata se fossero messe in atto misure di accoglienza adeguate e se i lavoratori stranieri fossero in condizione di ricevere paghe adeguate”. Così...

Accordo integrativo Bat. Fai, Flai e Uila: “Misure innovative per sostenere le famiglie e contrastare l’inflazione”

Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil commentano con soddisfazione il nuovo accordo integrativo, per il quadriennio 2022-2025, sottoscritto con Bat, British American Tobacco Italia “che prevede misure di contrasto all’inflazione, in sostegno alle famiglie che...