Sabato appuntamento presso la fortezza di a Talamone, dove la Flai Cgil e ETF apporranno il blocco di marmo scolpito da Aurora Avvantaggiato nel museo sottomarino de “La casa dei pesci. Questa iniziativa si inserisce in un progetto già avviato e molto ambizioso come quello del museo sottomarino, che prevede la sistemazione sui fondali di ben 100 opere con l’obiettivo di salvaguardare l’ambiente marino.

“Il blocco, che si unisce ad altri, viene depositato sui fondali antistanti Talamone contro la pesca illegale e a tutela dei diritti dei lavoratori”. Lo dichiara Antonio Pucillo della Flai Cgil nazionale.
“Si tratta di una iniziativa concreta e simbolica di grande valore: l’arte si incontra con le esigenze di promuovere la tutela della risorsa marina e dell’ecosistema e così quelle che sono vere e proprie opere d’arte, non solo arricchiscono uno straordinario museo marino ma sono anche “blocchi dissuasori” per fermare la pesca non rispettosa delle regole e dell’ambiente”.