Pesca, Pucillo, Flai Cgil: “Prioritaria la formazione, ma servono garanzie sul futuro”

“Da anni ci battiamo per la formazione, per la sicurezza, sono essenziali – osserva Antonio Pucillo, a capo del dipartimento pesca della Flai Cgil partecipando al Convegno Blue Skills & Jobs, orientare le professioni del futuro nella filiera ittica, realizzato nell’ambito dell’European Maritime Day in my Country, cui Legacoop Agroalimentare aderisce rinnovando l’impegno sulla qualificazione, riqualificazione e sviluppo delle competenze degli operatori della pesca e dell’acquacoltura. “Ma non dobbiamo dimenticare  – aggiunge il sindacalista della Flai Cgil – che stiamo parlando di un settore in forte crisi economica, di un lavoro duro e difficile, poco tutelato. Non possiamo ignorare le proteste dei pescatori, in tutta Europa, per denunciare l’ultimo provvedimento della Commissione Ue, che invece di proteggere gli ecosistemi marini rischia di mettere definitivamente in ginocchio l’intero comparto”. “Difficile pensare che un giovane, a meno che non sia un eroe della Marvel dotato di poteri speciali, investa tempo e denaro nella formazione, scommetta su un futuro così incerto, senza garanzia alcuna – aggiunge Pucillo – Benissimo la formazione e l’impegno di Legacoop su questi temi. Ma dobbiamo anche lavorare per garantire i diritti che esistono in tutti gli altri settori produttivi, ma che mancano alla pesca. Sto parlando di un ammortizzatore strutturato, dell’applicazione del testo unico sulla sicurezza, delle malattie professionali, del riconoscimento del lavoro usurante. Elementi che possono equiparare il settore della pesca ad altri settori, rendendolo così appetibile ad un giovane. Per questo – conclude – occorre aprire un tavolo di confronto con tutti gli attori dei singoli comparti in modo da avere una visione completa e far sì che in Italia per la pesca ci siano gli stessi diritti di cui godono gli altri settori”.

Articoli correlati

Flai Cgil: “Con le armi non si va da nessuna parte”

“Siamo sicuri che la Nato possa parlare di pace?”, si chiede Andrea Coinu, responsabile politiche internazionali della Flai Cgil all’indomani delle dichiarazioni del segretario...

Legno: Fillea-Flai-Nuove Ri-Generazioni, per una politica che investa nella produzione, nel riuso e nella resilienza dei materiali

Fiatti, Flai Cgil: “Più del 90% dei forestali sono dipendenti pubblici. E questo è molto importante, perché se la loro attività non produce un...

Fiatti, Flai Cgil: “Contrattazione e bilateralità pilastri dei rapporti fra le parti sociali”

“Necessaria una legge sulla rappresentanza”, spiega il segretario della Flai nel suo intervento alla presentazione del progetto ‘Social dialogue for skills - dialogo sociale...