Pesca. Pucillo al Congresso ETF: “Necessario rilanciare un settore che non può morire”

“Mi occupo del settore della pesca, un settore che sta morendo nell’indifferenza della Comunità europea”. Così Antonio Pucillo della Flai Cgil nazionale, intervenendo ai lavori del VI Congresso dell’ETF sul tema della pesca.

“I salari si sono estremamente ridotti, per il sistema di retribuzione variabile. Oggi non si pesca più e i lavoratori faticano a percepire un reddito dignitoso. La Commissione europea deve capire che è necessario trovare un equilibrio tra risorsa ittica e lavoro.  Il caro gasolio è la goccia che ha fatto traboccare il vaso, le imbarcazioni stanno decidendo di non uscire più. Serve un percorso che rilanci il lavoro della pesca, in termini di salari e di sviluppo futuro”.

 

Articoli correlati

Agricoltura, alla vigilia del voto europeo si ‘semplifica’ la Pac con i datoriali senza consultare i sindacati

Coinu, Flai Cgil: “Gravissime le responsabilità del Commissario Wojciechowski rispetto al tentativo di affossamento del Green Deal” In queste ore Janusz Wojciechowski, Commissario Europeo all’Agricoltura,...

“Radici del passato, sguardi al futuro”, lunedì 8 aprile a Roma l’iniziativa per i vent’anni di Metes

Dal significato odierno della formazione sindacale a quello dell’insegnamento dell’italiano ai lavoratori migranti. Dal valore della ricerca per uno sviluppo sostenibile a quello dello...

Caporalato nelle vigne delle Langhe, Flai Cgil: “Da nord a sud, vitivinicolo sempre più spesso protagonista di cronache di sfruttamento. Situazione intollerabile, intervenire subito”

Guaraldi: “Inaccettabile che prodotti fiore all’occhiello delle produzioni agroalimentari del nostro paese siano macchiati del sangue dei lavoratori e delle lavoratrici” “Il caporalato e lo...