Pesca: Padoan firmi presto decreto per sblocco risorse fermo 2014 e Cigs in deroga 2015

“I pescatori non possono più aspettare i tempi della burocrazia. A più di un mese dalla sottoscrizione presso il Ministero del Lavoro dell’accordo per la CIGS in deroga 2015, i pescatori non solo aspettano lo sblocco delle risorse, ma sono ancora in attesa del pagamento della Cassa per il 2014. E’ dunque urgente e necessario che il ministro Pier Carlo Padoan firmi il decreto interministeriale che darà il via libera al finanziamento delle somme sia per gli arretrati 2014 sia per il saldo della CIGS in deroga 2015”.

 

E’ quanto affermano i sindacati del settore ittico Fai, Flai e Uila Pesca sollecitando il Mef, Ministero dell’economia e finanze, a validare al più presto l’iter burocratico affinché l’Inps possa erogare l’indennità di cassa integrazione in deroga dovuta ai pescatori.

 

“Apprendiamo con soddisfazione che il ministro del lavoro Giuliano Poletti ha firmato il decreto che pone le basi per il pagamento del dovuto ai lavoratori per il fermo biologico del 2014” sostengono i sindacati. “A questo punto diventa essenziale che il Mef compia l’ultimo atto grazie al quale i lavoratori del settore ittico potranno tirare una boccata di ossigeno, soprattutto in una fase come quella attuale che li vede in prossimità dell’arresto temporaneo per il 2015 senza aver ancora percepito gli arretrati e con la prospettiva di restare fermi più di un mese senza alcun reddito

Articoli correlati

Rinnovo Ccnl cooperazione agricola, si tratta per aumentare diritti e tutele

Fai, Flai e Uila in riunione per il nuovo contratto, in calendario ulteriori confronti in sede tecnica e una plenaria entro il mese di maggio Un...

Agricoltura, alla vigilia del voto europeo si ‘semplifica’ la Pac con i datoriali senza consultare i sindacati

Coinu, Flai Cgil: “Gravissime le responsabilità del Commissario Wojciechowski rispetto al tentativo di affossamento del Green Deal” In queste ore Janusz Wojciechowski, Commissario Europeo all’Agricoltura,...

“Radici del passato, sguardi al futuro”, lunedì 8 aprile a Roma l’iniziativa per i vent’anni di Metes

Dal significato odierno della formazione sindacale a quello dell’insegnamento dell’italiano ai lavoratori migranti. Dal valore della ricerca per uno sviluppo sostenibile a quello dello...