HomeComunicatiPesca. Iccat: sistema quote per il pescespada devastante per l’occupazione

Pesca. Iccat: sistema quote per il pescespada devastante per l’occupazione

Fai, Flai e Uila Pesca esprimono forte preoccupazione per la richiesta dell’Iccat di introdurre un regime di quote per il pescespada nel Mediterraneo. Una proposta, sbagliata nel merito, che rischia di causare danni devastanti sui livelli occupazionali, come già avvenuto con il tonno rosso.

La strada di una pesca sostenibile non può attuarsi, infatti, con il sistema delle quote. La difesa dello stock può essere garantita anche e soprattutto con strategie di contrasto alla pesca illegale e con piani condivisi e partecipati sul prelievo selettivo. In questo modo si possono garantire, insieme alla tutela delle risorse, anche la continuità di vita delle imprese e i livelli occupazionali.

Il governo italiano deve battersi, a sostegno del settore, per contrastare questa misura iniqua e inefficace, conducendo la sua battaglia insieme alle parti sociali, così come è avvenuto con successo sulla questione della riduzione della taglia minima per le vongole, provvedimento approvato ieri in via definitiva dal parlamento europeo.

Misure di conservazione delle risorse come quelle richieste dall’Iccat vanno necessariamente concertate e supportate da coerenti piani di sostegno al lavoro produttivo. Per questo ribadiamo la necessità di una riforma del sistema di welfare per il settore e l’introduzione di un sistema di ammortizzatori sociali stabile e strutturato. Solo così si potrà coniugare in modo efficace la tutela della risorsa ittica con la difesa dei pescatori e del loro reddito.

 

 

Articoli correlati

Flai Cgil all’assemblea nazionale dei Campi della legalità di Libera

All’Assemblea nazionale dei campi di impegno e formazione sui beni confiscati alla criminalità organizzata ‘E!State Liberi!’, all’Auditorium San Domenico di Roma, Jean-René Bilongo, capo dipartimento legalità Flai Nazionale e presidente dell’Osservatorio Placido Rizzotto, interviene...

Agricoltura. Fiatti: bene PAC Italia, insieme a condizionalità sociale deve creare buona occupazione

“Una buona notizia per il settore agricolo il via libera della Commissione europea al Piano Strategico Nazionale dell'Italia sulla Politica agricola comune (Pac), con un sostegno di oltre 35 miliardi di euro, tra contributi...

MEMORIA 2 Dicembre 1968. I fatti di Avola: la polizia spara sui braccianti

Sono all’undicesimo giorno di sciopero i braccianti siracusani e l’intervento armato della polizia altro non è che il tentativo delle forze agrarie di spezzare il movimento rivendicativo, di dare una lezione a tutti i...

6 e 7 dicembre a Roma seminario finale del progetto Di.Agr.A.M.M.I. di Legalità al centro-nord

In 30 mesi di attività di contrasto al caporalato e allo sfruttamento dei lavoratori migranti in agricoltura, ha aiutato oltre 20mila persone Si terrà il 6 e 7 dicembre 2022 nel Centro Congressi Roma Eventi...

Flai Cgil, altri nove bancali di cibo al Vaticano, solidarietà concreta per chi non arriva a fine mese

L’aumento sempre più marcato delle diseguaglianze, evidenziato da tutti i centri di ricerca, rende indispensabili interventi di solidarietà concreta. Contro vecchie e nuove povertà servono risposte decise, va in questa direzione la consegna da...