Fai, Flai Uilapesca riconoscono l’importanza dell’approvazione, alla Camera dei deputati, del Testo Unificato sulla Pesca per le innovazioni introdotte sul versante delle semplificazioni amministrative e della revisione del regime sanzionatorio, che favoriranno la crescita e la competitività del settore. Le modifiche apportate al regime sanzionatorio, da noi fortemente sollecitate, consentiranno in particolare di evitare il collasso del settore.
Lo sforzo degli attori politici e del Governo ha consentito di raggiungere questo primo traguardo, ora deve seguire uguale impegno sul versante delle tutele del lavoro, per restituire parità di trattamento ai lavoratori della pesca rispetto a tutti i lavoratori degli altri settori produttivi.
Vogliamo continuare a credere che l’attenzione manifestata sino ad oggi da parte della politica possa pienamente concretizzarsi e dare quelle risposte che i lavoratori attendono da anni.
Nessuno può dimenticare che il futuro della pesca è subordinato alla sostenibilità sociale, elemento cardine anche della Politica comune della pesca. Per questo è indispensabile ridare dignità e certezza di diritto in tema di ammortizzatori sociali, lavoro gravoso e usurante, tutela della salute e sicurezza. Questioni che Fai, Flai e Uilapesca sostengono da tempo nei confronti della politica e delle istituzioni.