HomeComunicatiPesca. Fai, Flai e Uila alla Camera: risposte su Cig, sicurezza e...

Pesca. Fai, Flai e Uila alla Camera: risposte su Cig, sicurezza e lavoro usurante

 

Un tavolo di confronto e di rapida decisione, in cui istituzioni e parti sociali s’impegnino a costruire un nuovo e strutturato sistema di ammortizzazione sociale per i lavoratori del comparto pesca. A invocarlo è stata la delegazione unitaria di Fai Cisl,. Flai Cgil e Uilapesca Uil, nell’ambito di una audizione tenutasi oggi in Commissione lavoro della Camera dei deputati.
“Da anni ormai i lavoratori del settore vivono una condizione di profonda crisi, aggravata dall’assenza di ammortizzatori sociali stabili – dichiarano in una nota congiunta Fai, Flai e Uilapesca – . Dopo nove anni in cui l’aiuto è arrivato solo dalla Cigs in deroga, diciamo che il tempo è maturo per dare vita a una vera e propria Cassa integrazione guadagni strutturale anche nel comparto pesca. Non ci limitiamo alla semplice rivendicazione, ma mettiamo sul tavolo una proposta coerente, flessibile, economicamente sostenibile, capace di sostenere e dare certezze nel tempo alle tante migliaia di persone e di famiglie che, a causa delle specificità del lavoro in questo comparto, non possono vedere assicurata una continuità del reddito lungo tutto l’arco dell’anno”.
“La piattaforma sindacale – continua la nota unitaria – prevede inoltre che il lavoro del pescatore sia riconosciuto come usurante, e dunque goda delle deroghe e delle agevolazioni previste dalla legge. Si richiama poi l’esigenza dell’applicazione del testo unico sulla sicurezza (dlgs 81/2008) che nel settore resta ancora inesigibile, determinando una inaccettabile arretratezza negli standard di tutela e di rappresentanza”.
In merito all’audizione di oggi, i tre sindacati esprimono “soddisfazione per la sensibilità dimostrata dall’intera commissione e in particolare del Presidente Cesare Damiano, dell’On Gessica Rostellato e dell’On. Laura Venittelli” . Rilevato il clima di rinnovata attenzione, Fai Flai e Uilapesca “auspicano ora che si passi al più presto ad una fase realizzativa partecipata, atteso che dal dicembre 2016 anche lo strumento in deroga cesserà”.

Articoli correlati

Pernigotti. Incontro congiunto al Ministero del lavoro

  Si è svolto questa mattina, in video conferenza, l’esame congiunto, presso il ministero del Lavoro, sulla vertenza Pernigotti al quale hanno partecipato, alla presenza anche del Mise, i rappresentanti nazionali e territoriali di Fai,...

Pesca. Ennesimo incidente mortale conferma la pericolosità del settore. Urgente applicare al comparto norme di sicurezza previste da Testo Unico 81

"La pesca rimane una delle professioni più pericolose al mondo e l'incidente di lunedì scorso, dove un pescatore ha perso la vita nel rovesciamento della vongolara su cui era imbarcato, conferma questo triste primato...

Vertenza BuCastelli – Alival. Fai, Flai, Uila: sciopero riuscito, dai lavoratori un segnale forte

“Sciopero riuscito oggi nei vari siti del gruppo BuCastelli – Alival a fronte della annunciata chiusura degli stabilimenti di Ponte Buggianese, Reggio Calabria e degli esuberi a Santa Rita. Forte il segnale arrivato dai...

Nel Gran Ghetto di Foggia tragedia annunciata, necessario agire su alloggi e trasporti

“Ancora, l’ennesima una tragedia annunciata, ancora una morte che poteva essere evitata se fossero messe in atto misure di accoglienza adeguate e se i lavoratori stranieri fossero in condizione di ricevere paghe adeguate”. Così...

Accordo integrativo Bat. Fai, Flai e Uila: “Misure innovative per sostenere le famiglie e contrastare l’inflazione”

Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil commentano con soddisfazione il nuovo accordo integrativo, per il quadriennio 2022-2025, sottoscritto con Bat, British American Tobacco Italia “che prevede misure di contrasto all’inflazione, in sostegno alle famiglie che...