HomeComunicatiPesca. Fai, Flai e Uila alla Camera: risposte su Cig, sicurezza e...

Pesca. Fai, Flai e Uila alla Camera: risposte su Cig, sicurezza e lavoro usurante

 

Un tavolo di confronto e di rapida decisione, in cui istituzioni e parti sociali s’impegnino a costruire un nuovo e strutturato sistema di ammortizzazione sociale per i lavoratori del comparto pesca. A invocarlo è stata la delegazione unitaria di Fai Cisl,. Flai Cgil e Uilapesca Uil, nell’ambito di una audizione tenutasi oggi in Commissione lavoro della Camera dei deputati.
“Da anni ormai i lavoratori del settore vivono una condizione di profonda crisi, aggravata dall’assenza di ammortizzatori sociali stabili – dichiarano in una nota congiunta Fai, Flai e Uilapesca – . Dopo nove anni in cui l’aiuto è arrivato solo dalla Cigs in deroga, diciamo che il tempo è maturo per dare vita a una vera e propria Cassa integrazione guadagni strutturale anche nel comparto pesca. Non ci limitiamo alla semplice rivendicazione, ma mettiamo sul tavolo una proposta coerente, flessibile, economicamente sostenibile, capace di sostenere e dare certezze nel tempo alle tante migliaia di persone e di famiglie che, a causa delle specificità del lavoro in questo comparto, non possono vedere assicurata una continuità del reddito lungo tutto l’arco dell’anno”.
“La piattaforma sindacale – continua la nota unitaria – prevede inoltre che il lavoro del pescatore sia riconosciuto come usurante, e dunque goda delle deroghe e delle agevolazioni previste dalla legge. Si richiama poi l’esigenza dell’applicazione del testo unico sulla sicurezza (dlgs 81/2008) che nel settore resta ancora inesigibile, determinando una inaccettabile arretratezza negli standard di tutela e di rappresentanza”.
In merito all’audizione di oggi, i tre sindacati esprimono “soddisfazione per la sensibilità dimostrata dall’intera commissione e in particolare del Presidente Cesare Damiano, dell’On Gessica Rostellato e dell’On. Laura Venittelli” . Rilevato il clima di rinnovata attenzione, Fai Flai e Uilapesca “auspicano ora che si passi al più presto ad una fase realizzativa partecipata, atteso che dal dicembre 2016 anche lo strumento in deroga cesserà”.

Articoli correlati

Flai Cgil all’assemblea nazionale dei Campi della legalità di Libera

All’Assemblea nazionale dei campi di impegno e formazione sui beni confiscati alla criminalità organizzata ‘E!State Liberi!’, all’Auditorium San Domenico di Roma, Jean-René Bilongo, capo dipartimento legalità Flai Nazionale e presidente dell’Osservatorio Placido Rizzotto, interviene...

Agricoltura. Fiatti: bene PAC Italia, insieme a condizionalità sociale deve creare buona occupazione

“Una buona notizia per il settore agricolo il via libera della Commissione europea al Piano Strategico Nazionale dell'Italia sulla Politica agricola comune (Pac), con un sostegno di oltre 35 miliardi di euro, tra contributi...

MEMORIA 2 Dicembre 1968. I fatti di Avola: la polizia spara sui braccianti

Sono all’undicesimo giorno di sciopero i braccianti siracusani e l’intervento armato della polizia altro non è che il tentativo delle forze agrarie di spezzare il movimento rivendicativo, di dare una lezione a tutti i...

6 e 7 dicembre a Roma seminario finale del progetto Di.Agr.A.M.M.I. di Legalità al centro-nord

In 30 mesi di attività di contrasto al caporalato e allo sfruttamento dei lavoratori migranti in agricoltura, ha aiutato oltre 20mila persone Si terrà il 6 e 7 dicembre 2022 nel Centro Congressi Roma Eventi...

Flai Cgil, altri nove bancali di cibo al Vaticano, solidarietà concreta per chi non arriva a fine mese

L’aumento sempre più marcato delle diseguaglianze, evidenziato da tutti i centri di ricerca, rende indispensabili interventi di solidarietà concreta. Contro vecchie e nuove povertà servono risposte decise, va in questa direzione la consegna da...