HomeComunicatiPENSIONI, FAI-FLAI-UILA: NON PENALIZZARE LAVORATORI DELL'AGROALIMENTARE

PENSIONI, FAI-FLAI-UILA: NON PENALIZZARE LAVORATORI DELL’AGROALIMENTARE

Fai Cisl Flai Cgil e Uila Uil apprezzano la fase di confronto in atto tra governo e sindacati sulle pensioni, ma  chiedono con forza all’Esecutivo che non sia penalizzato chi già subisce le conseguenze della scellerata riforma Fornero, cioè i lavoratori agricoli, gli stagionali del settore alimentare e, in particolare, le donne. Per l’accesso all’ Ape Agevolata, si parla di innalzamento dei contributi da 20 a 36 anni.

Inoltre, non inserire il lavoro agricolo tra le attività gravose rappresenterebbe un grave colpo per i lavoratori e in particolare le donne.

Si tratta di due questioni sulle quali esprimiamo tutta la nostra contrarietà.

Ricordiamo che per la stagionalità dell’occupazione sono pochissimi i lavoratori agricoli e alimentari che arrivano a 36 anni di contributi e che questa decisione, se confermata, colpirebbe soprattutto le donne. Ci auguriamo che il governo intenda compiere come promesso uno sforzo reale a favore dei lavoratori più deboli e che l’Ape agevolata dia frutti concreti anche per i lavoratori dell’agroalimentare. Non ci sembra di chiedere la luna se insistiamo perché non siano penalizzati quei lavoratori che svolgono lavori gravosi e che hanno spesso carriere lavorative discontinue.

Articoli correlati

Flai Cgil all’assemblea nazionale dei Campi della legalità di Libera

All’Assemblea nazionale dei campi di impegno e formazione sui beni confiscati alla criminalità organizzata ‘E!State Liberi!’, all’Auditorium San Domenico di Roma, Jean-René Bilongo, capo dipartimento legalità Flai Nazionale e presidente dell’Osservatorio Placido Rizzotto, interviene...

Agricoltura. Fiatti: bene PAC Italia, insieme a condizionalità sociale deve creare buona occupazione

“Una buona notizia per il settore agricolo il via libera della Commissione europea al Piano Strategico Nazionale dell'Italia sulla Politica agricola comune (Pac), con un sostegno di oltre 35 miliardi di euro, tra contributi...

MEMORIA 2 Dicembre 1968. I fatti di Avola: la polizia spara sui braccianti

Sono all’undicesimo giorno di sciopero i braccianti siracusani e l’intervento armato della polizia altro non è che il tentativo delle forze agrarie di spezzare il movimento rivendicativo, di dare una lezione a tutti i...

6 e 7 dicembre a Roma seminario finale del progetto Di.Agr.A.M.M.I. di Legalità al centro-nord

In 30 mesi di attività di contrasto al caporalato e allo sfruttamento dei lavoratori migranti in agricoltura, ha aiutato oltre 20mila persone Si terrà il 6 e 7 dicembre 2022 nel Centro Congressi Roma Eventi...

Flai Cgil, altri nove bancali di cibo al Vaticano, solidarietà concreta per chi non arriva a fine mese

L’aumento sempre più marcato delle diseguaglianze, evidenziato da tutti i centri di ricerca, rende indispensabili interventi di solidarietà concreta. Contro vecchie e nuove povertà servono risposte decise, va in questa direzione la consegna da...