HomeComunicatiFai, Flai, Uila. Parmalat/Lactalis, no a “fake news” su rischi per consumatori...

Fai, Flai, Uila. Parmalat/Lactalis, no a “fake news” su rischi per consumatori italiani

La notizia dello scandalo in Francia del latte in polvere per l’infanzia contaminato che coinvolge il gruppo Lactalis sta generando in Italia una dinamica di informazioni distorte che rischiano di creare allarmismo e di determinare effetti negativi anche nel nostro Paese, non coinvolto in questo problema.

In queste ultime ore stanno, infatti, circolando delle “fake news” riguardanti la Parmalat che parlano di rischio per i consumatori italiani.

La Parmalat rappresenta una grande realtà industriale, con 9 stabilimenti e circa duemila dipendenti, che non produce né commercializza latte in polvere e prodotti specifici per l’infanzia.

Un’azienda che, in questi anni, ha consolidato l’occupazione e rafforzato il suo perimetro produttivo e commerciale in Italia e all’estero, garantendo nelle sue produzioni un approvvigionamento del 70% di latte italiano.

Grazie a un sistema strutturato di relazioni sindacali abbiamo sempre rinnovato contratti e gestito con responsabilità le situazioni di crisi, individuando soluzioni adeguate alla tutela dei lavoratori della Filiera.

La stessa Lactalis Italia utilizza il 70% di latte italiano per la produzione di formaggi, detenendo una quota del 24% nel mercato del Paese ed esportando formaggi a marchio Dop.

Guardiamo con attenzione ai temi della sicurezza alimentare, specialmente quando coinvolgono la salute dei bambini, tanto che ci auguriamo che vengano adottate misure sanzionatorie severe ed efficaci per qualsiasi violazione accertata in Italia, in Europa e nel Mondo ma cerchiamo di evitare strumentalizzazioni che, non solo non tutelano i consumatori, ma rischiano di fare solo tanta confusione.

Articoli correlati

Pernigotti. Incontro congiunto al Ministero del lavoro

  Si è svolto questa mattina, in video conferenza, l’esame congiunto, presso il ministero del Lavoro, sulla vertenza Pernigotti al quale hanno partecipato, alla presenza anche del Mise, i rappresentanti nazionali e territoriali di Fai,...

Pesca. Ennesimo incidente mortale conferma la pericolosità del settore. Urgente applicare al comparto norme di sicurezza previste da Testo Unico 81

"La pesca rimane una delle professioni più pericolose al mondo e l'incidente di lunedì scorso, dove un pescatore ha perso la vita nel rovesciamento della vongolara su cui era imbarcato, conferma questo triste primato...

Vertenza BuCastelli – Alival. Fai, Flai, Uila: sciopero riuscito, dai lavoratori un segnale forte

“Sciopero riuscito oggi nei vari siti del gruppo BuCastelli – Alival a fronte della annunciata chiusura degli stabilimenti di Ponte Buggianese, Reggio Calabria e degli esuberi a Santa Rita. Forte il segnale arrivato dai...

Nel Gran Ghetto di Foggia tragedia annunciata, necessario agire su alloggi e trasporti

“Ancora, l’ennesima una tragedia annunciata, ancora una morte che poteva essere evitata se fossero messe in atto misure di accoglienza adeguate e se i lavoratori stranieri fossero in condizione di ricevere paghe adeguate”. Così...

Accordo integrativo Bat. Fai, Flai e Uila: “Misure innovative per sostenere le famiglie e contrastare l’inflazione”

Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil commentano con soddisfazione il nuovo accordo integrativo, per il quadriennio 2022-2025, sottoscritto con Bat, British American Tobacco Italia “che prevede misure di contrasto all’inflazione, in sostegno alle famiglie che...