HomeComunicatiLavoro. Sindacati, stato agitazione in Gruppo Acque Minerali d'Italia e sciopero il...

Lavoro. Sindacati, stato agitazione in Gruppo Acque Minerali d’Italia e sciopero il 12 novembre

“L’incontro di ieri con la dirigenza del Gruppo Acque Minerali d’Italia è stato del tutto insoddisfacente, superficiale ed irrispettoso dei lavoratori”. Così in una nota unitaria Fai, Flai e Uila commentano l’incontro con il Gruppo.

“L’appuntamento avrebbe dovuto riguardare la presentazione delle linee guida del Piano industriale, a fronte del piano concordatario che l’azienda, in regime di concordato, dovrà presentare entro la fine di dicembre. Respingiamo al mittente il tentativo maldestro di dividere i lavoratori. C’è la necessità – prosegue la nota – di conoscere il Piano industriale, che dovrà rilanciare il gruppo e l’occupazione”.

“Il dissesto finanziario in cui si trova il Gruppo AMI e l’incapacità della dirigenza non possono ricadere sulle lavoratrici e sui lavoratori che, in un periodo di forti difficoltà hanno mantenuto in vita i marchi di proprietà del Gruppo AMI. Non sarà più permesso che si continui a gestire la vertenza in maniera approssimativa, così come accaduto negli ultimi anni, e saranno messi in campo tutti gli strumenti a disposizione per gestire questo periodo difficile per la a tutela delle centinaia di lavoratori interessati”.

‘È importante che tutti gli attori coinvolti, Ministeri competenti, Regioni, sindacato lavorino insieme per scrivere un futuro migliore del Gruppo AMI e dei suoi lavoratori.

Fai, Flai e Uila chiederanno, pertanto, che il prossimo incontro, da tenersi nei primi giorni di dicembre, sia convocato presso il MISE”.

“Sin da ora – concludono i Sindacati – comunichiamo la ripresa dello stato di agitazione nel Gruppo con le assemblee in tutti i siti produttivi e la proclamazione di un primo pacchetto di 4 ore di sciopero da tenere nella giornata del 12 novembre”.

 

 

Articoli correlati

Pernigotti. Incontro congiunto al Ministero del lavoro

  Si è svolto questa mattina, in video conferenza, l’esame congiunto, presso il ministero del Lavoro, sulla vertenza Pernigotti al quale hanno partecipato, alla presenza anche del Mise, i rappresentanti nazionali e territoriali di Fai,...

Pesca. Ennesimo incidente mortale conferma la pericolosità del settore. Urgente applicare al comparto norme di sicurezza previste da Testo Unico 81

"La pesca rimane una delle professioni più pericolose al mondo e l'incidente di lunedì scorso, dove un pescatore ha perso la vita nel rovesciamento della vongolara su cui era imbarcato, conferma questo triste primato...

Vertenza BuCastelli – Alival. Fai, Flai, Uila: sciopero riuscito, dai lavoratori un segnale forte

“Sciopero riuscito oggi nei vari siti del gruppo BuCastelli – Alival a fronte della annunciata chiusura degli stabilimenti di Ponte Buggianese, Reggio Calabria e degli esuberi a Santa Rita. Forte il segnale arrivato dai...

Nel Gran Ghetto di Foggia tragedia annunciata, necessario agire su alloggi e trasporti

“Ancora, l’ennesima una tragedia annunciata, ancora una morte che poteva essere evitata se fossero messe in atto misure di accoglienza adeguate e se i lavoratori stranieri fossero in condizione di ricevere paghe adeguate”. Così...

Accordo integrativo Bat. Fai, Flai e Uila: “Misure innovative per sostenere le famiglie e contrastare l’inflazione”

Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil commentano con soddisfazione il nuovo accordo integrativo, per il quadriennio 2022-2025, sottoscritto con Bat, British American Tobacco Italia “che prevede misure di contrasto all’inflazione, in sostegno alle famiglie che...